🖲️SUPERCHART 👨‍🚀M.S.Z🪐 🔍SUPERSEARCH
Menu Laterale Completo
×

⚫️AUMENTO PREZZI FUTURES GASOLIO RISCALDANTE

⚫️AUMENTO PREZZI FUTURES GASOLIO RISCALDANTE

Giorno: 3 aprile | Ora: 16:34 I futures dell'olio per il riscaldamento negli Stati Uniti sono saliti sopra i 2,75 dollari al gallone ad aprile, raggiungendo il massimo delle ultime sei settimane, a causa dell'aumento dei prezzi del petrolio greggio e delle segnalazioni di una riduzione delle scorte negli Stati Uniti. I report dell'EIA hanno rivelato che le scorte di combustibile distillato sono diminuite di 1,268 milioni di barili nella settimana terminata il 29 marzo, superando le aspettative di mercato e superando leggermente il calo della settimana precedente. Le scorte di olio per il riscaldamento sono diminuite di 0,613 milioni di barili, con un ritmo simile alla settimana precedente. Tuttavia, la domanda di combustibile distillato è diminuita, come misurato dai prodotti forniti, limitando parzialmente l'andamento al rialzo, con una diminuzione di 0,533 milioni di barili rispetto al report della settimana precedente.

PREZZI DEI FUTURES DEL GASOLIO RISCALDANTE AL DI SOPRA DEI $2.75 AL GALLONE

  • I prezzi dei futures del gasolio riscaldante negli Stati Uniti hanno raggiunto oltre $2.75 al gallone ad aprile, segnando un massimo di oltre sei settimane, in linea con l'andamento al rialzo dei prezzi del petrolio greggio e rafforzati dalle segnalazioni di una riduzione dell'offerta negli Stati Uniti.

DECLINO DELLE SCORTE DI CARBURANTE DISTILLATO

  • Il report più recente dell'EIA ha rivelato che le scorte di carburante distillato sono diminuite di 1.268 milioni di barili nella settimana che si è conclusa il 29 marzo, il doppio delle aspettative di mercato e leggermente superiore alla riduzione della settimana precedente.
  • Analogamente, le scorte di gasolio riscaldante sono diminuite di 0.613 milioni di barili, ad un ritmo simile alla settimana precedente.

DIMINUZIONE DELLA DOMANDA DI CARBURANTE DISTILLATO

  • La domanda di carburante distillato è diminuita, come misurato dai prodotti forniti, limitando parzialmente l'andamento al rialzo, con una diminuzione di 0.533 milioni di barili rispetto al report della settimana precedente.