🖲️SUPERCHART 👨‍🚀M.S.Z🪐 🔍SUPERSEARCH
Menu Laterale Completo
×

🔵AZIONI GLOBALI IN ASCESA

🔵AZIONI GLOBALI IN ASCESA

Giorno: 4 aprile 2024 | Ora: 09:43 Le azioni globali hanno registrato un rally giovedì poiché i tagli dei tassi di interesse negli Stati Uniti rimanevano sul tavolo, anche se il loro tempismo era incerto, mentre lo yen scendeva contro tutto tranne il dollaro e l'oro rimaneva vicino ai massimi storici. C'è stata anche un'azione sulle materie prime industriali, con il petrolio che ha raggiunto i massimi degli ultimi cinque mesi e il rame che ha raggiunto il picco degli ultimi 15 mesi, aiutando a sollevare le azioni delle aziende di materiali di base ed energia. Alcuni di questi guadagni sono stati causati da interruzioni della fornitura e tensioni geopolitiche, ma riflettono anche l'ottimismo sulla crescita globale data una ripresa delle recenti indagini sul settore manifatturiero (PMI), in particolare per la Cina. Il sentiment è stato aiutato dalla conferma del presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, che i tassi negli Stati Uniti erano ancora in corso di taglio quest'anno, anche se il tempismo dipendeva dai dati. I futures S&P 500 sono saliti dello 0,3% e i futures Nasdaq dello 0,4%, mentre in Europa l'indice regionale STOXX 600 è entrato in territorio positivo. I titoli di Stato, che questa settimana hanno registrato alcuni dei maggiori ribassi giornalieri degli ultimi mesi, hanno riguadagnato stabilità giovedì dopo un rally dei prezzi il giorno prima. Il caso per un allentamento è stato sostenuto da un'indagine sul settore dei servizi degli Stati Uniti che ha mostrato che l'indice dei prezzi pagati è sceso ai minimi da marzo 2020, compensando un preoccupante aumento dell'indagine sulla produzione pubblicata all'inizio di questa settimana. "Per quanto riguarda Powell, i mercati hanno in generale ottenuto una certa rassicurazione da ciò che ha detto, anche se non c'è nulla di veramente nuovo", ha detto Philip Shaw, economista capo di Investec. "Quello che ha aiutato, però, è stato il supporto molto forte che i titoli hanno ricevuto ieri dall'ISM non-manifatturiero, che ha mostrato un indice principale molto più basso del previsto, l'indice dei prezzi pagati che è sceso ai minimi degli ultimi quattro anni e le informazioni sui tempi di fornitura e consegna favorevoli dal punto di vista dell'inflazione", ha detto. L'indagine dell'Istituto per la Gestione degli Approvvigionamenti (ISM) ha superato un rapporto sorprendentemente forte di ADP, che ha mostrato un aumento di 184.000 posti di lavoro nel settore privato. Sebbene questa serie abbia una correlazione variabile con il rapporto ufficiale sugli stipendi previsto per venerdì, è stata abbastanza forte da far sì che Goldman Sachs rivedesse al rialzo la sua previsione per gli stipendi di 25.000 a un solido 240.000. Un tale risultato supererebbe le previsioni medie di 200.000 e potrebbe portare i mercati a ridurre nuovamente la probabilità di un taglio dei tassi a giugno. I futures sui fondi federali (0#FF:) hanno già ridotto la probabilità di un movimento a giugno al 62% dal 74% di un mese fa. (FEDWATCH) Tuttavia, il cambiamento più significativo è stato nella velocità e nell'entità dei tagli dei tassi previsti, con circa 73 punti base previsti per quest'anno rispetto ai più di 140 punti base di gennaio. Gli investitori hanno anche tolto 100 punti base di allentamento dal 2025, in modo che i tassi siano ora previsti che terminino l'anno prossimo intorno al 4% invece del 3%. Questo cambiamento ha lasciato i titoli di stato in difficoltà, con i rendimenti decennali US10Y che hanno raggiunto un massimo di quattro mes

GLOBAL SHARES RALLY

  • Le azioni globali hanno registrato un rally giovedì, poiché i tagli dei tassi negli Stati Uniti sono rimasti sul tavolo, anche se il loro tempismo era incerto.
  • Il yen è scivolato contro tutto tranne che il dollaro, mentre l'oro è rimasto vicino ai massimi storici.
  • Il petrolio ha raggiunto i massimi degli ultimi cinque mesi e il rame ha raggiunto i massimi degli ultimi 15 mesi, contribuendo a far salire le azioni delle società del settore dei materiali di base e dell'energia.

OTTIMISMO SULLE CRESCITA GLOBALE

  • Parte di questi guadagni è dovuta a interruzioni nell'approvvigionamento e tensioni geopolitiche, ma riflettono anche ottimismo sulla crescita globale data una ripresa degli ultimi sondaggi sulle fabbriche (PMI), in particolare per la Cina.
  • Il sentiment è stato aiutato dalla conferma del presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, che i tassi negli Stati Uniti erano ancora in corso di riduzione quest'anno, anche se il tempismo dipendeva dai dati.

BONDS IN STABILIZZAZIONE

  • I titoli di stato, che questa settimana hanno subito alcune delle loro più grandi vendite giornaliere degli ultimi mesi, hanno riacquistato stabilità giovedì dopo un rally dei prezzi il giorno precedente.
  • Il caso per un allentamento è stato sostenuto da un sondaggio sul settore dei servizi degli Stati Uniti che ha mostrato che l'indice dei prezzi pagati è sceso al minimo da marzo 2020, compensando un preoccupante aumento del sondaggio sul settore manifatturiero pubblicato all'inizio di questa settimana.

PREVISIONI PER LE PAYROLLS

  • Nonostante questa serie abbia una correlazione incerta con il rapporto ufficiale sulle payrolls previsto per venerdì, è stata abbastanza forte perché Goldman Sachs abbia rivisto al rialzo la sua previsione per le payrolls di 25.000 a solide 240.000.
  • Un tale risultato supererebbe la previsione media di 200.000 e potrebbe portare i mercati a ridurre nuovamente la possibilità di un taglio dei tassi a giugno.

SHIFT NELLE ASPETTATIVE DEI TASSI

  • Tuttavia, il cambiamento più significativo riguarda la velocità e l'entità con cui si prevede che i tassi scendano, con circa 73 punti base previsti per quest'anno rispetto a oltre 140 punti base nel gennaio.
  • Gli investitori hanno anche tolto 100 punti base di allentamento dal 2025, in modo che i tassi siano ora previsti di terminare l'anno prossimo intorno al 4% anziché al 3%.

DOLLARO RINFORZATO

  • Man mano che gli investitori hanno ridimensionato le loro scommesse su quanto e quanto rapidamente la Fed potrebbe tagliare i tassi quest'anno, il dollaro è salito su tutta la linea, principalmente a scapito dello yen, che si trova vicino ai minimi degli ultimi 35 anni.
  • L'euro è salito dello 0,2% a 164,72 yen, vicino al massimo degli ultimi 16 anni, così come il dollaro canadese, mentre la sterlina non è lontana dal massimo degli ultimi nove anni.

ORO E PETROLIO IN RIALZO

L'oro ha raggiunto un nuovo record a 2. ```plaintext

s-and-p-500.svg
nasdaq-100.svg
stoxx-600.svg
US.svg
JP.svg
US.svg
JP.svg
EU.svg
JP.svg
CA.svg
JP.svg
GB.svg
gold.svg
crude-oil.svg
copper.svg

``` Source: Yahoo, Bloomberg , Reuters, Trading Economics,

Read more

🟨>Impatto ambientale: sfruttando le risorse GPU già esistenti, io.net contribuisce a ridurre lo spreco di energia elettrica associato al mining di criptovalute, supportando così un approccio più sostenibile al calcolo.</li>
</ul>

🟨>Impatto ambientale: sfruttando le risorse GPU già esistenti, io.net contribuisce a ridurre lo spreco di energia elettrica associato al mining di criptovalute, supportando così un approccio più sostenibile al calcolo.</li> </ul>

Giorno: 15 aprile 2024 | Ora: 05:17 La piattaforma di protocolli decentralizzati io.net ha annunciato di aver completato un round di finanziamento di serie A del valore di 30 milioni di dollari, guidato da Hack VC e con la partecipazione di Multicoin Capital, 6th Man Ventures, Delphi Digital e

By Mindthechart.io