🖲️SUPERCHART 👨‍🚀M.S.Z🪐 🔍SUPERSEARCH
Menu Laterale Completo
🇮🇹 ITA 🇬🇧 ENG
×

AZIONI OSCILLANO, UTILI E INFLAZIONE

AZIONI OSCILLANO, UTILI E INFLAZIONE

Giorno: 12 gennaio 2024 | Ora: 22:33 Le azioni hanno oscillato nel corso della sessione di trading di venerdì, mentre i trader hanno digerito le notizie sugli utili di diverse aziende di fama mondiale, nonché gli ultimi dati sull'inflazione negli Stati Uniti. Mentre l'S&P 500 e il Nasdaq hanno chiuso leggermente al rialzo, il Dow più ristretto ha mostrato un modesto calo. L'S&P 500 è salito di 3,59 punti o dello 0,1% a 4.783,83, mentre il Nasdaq è aumentato di 2,57 punti o meno dello 0,1% a 14.972,76. Il Dow ha registrato un calo di 118,04 punti o dello 0,3% a 37.592,98. Per la settimana, il Nasdaq, a prevalenza tecnologica, è salito del 3,1%, l'S&P 500 è aumentato dell'1,8% e il Dow è salito dello 0,3%. Una forte caduta di UnitedHealth (UNH) ha pesato sul Dow, con il gigante delle assicurazioni sanitarie che è sceso del 3,4% nonostante i risultati del quarto trimestre che hanno superato le stime degli analisti sia per quanto riguarda i ricavi che il bottom line. Le grandi banche finanziarie Bank of America (BAC), Wells Fargo (WFC) e JPMorgan Chase (JPM) hanno registrato un calo dopo aver reso noti i risultati trimestrali, mentre Citigroup (C) è aumentato nel corso della sessione. I trader hanno anche reagito a un rapporto del Dipartimento del Lavoro che ha mostrato che i prezzi all'ingrosso negli Stati Uniti hanno registrato un leggero calo inaspettato nel mese di dicembre. I prezzi all'ingrosso per la domanda finale sono scesi dello 0,1% a dicembre, in linea con un ribasso rivisto a novembre. Gli economisti si aspettavano che i prezzi all'ingrosso aumentassero dello 0,1% rispetto alla lettura inizialmente segnalata per il mese precedente. Nel frattempo, il rapporto ha rivelato che il tasso annuale di crescita dei prezzi all'ingrosso è accelerato all'1,0% a dicembre da un ribasso rivisto all'1,0% a novembre. Ci si aspettava che il tasso annuale di crescita dei prezzi all'ingrosso accelerasse all'1,3% rispetto all'1,3% segnalato inizialmente per il mese precedente. Dopo il rapporto di giovedì che ha mostrato che i prezzi al consumo negli Stati Uniti sono aumentati leggermente più del previsto nel mese di dicembre, i dati sui prezzi all'ingrosso hanno aggiunto incertezza sulla prospettiva dei tassi di interesse. Gli analisti hanno dichiarato che i dati sui prezzi all'ingrosso sembrano indietro rispetto ai dati CPI, ma nonostante i dati incoraggianti, bisognerà attendere gennaio per vedere come i recenti problemi della catena di approvvigionamento influenzeranno i prezzi dei prodotti negli Stati Uniti. Nel complesso, il settore delle compagnie aeree è sceso del 4,4%, mentre il settore dell'oro è salito del 2,8% a causa del rialzo del prezzo del metallo prezioso. Anche il settore dell'energia ha ottenuto risultati positivi, grazie all'aumento del prezzo del petrolio greggio dopo gli attacchi militari britannici e statunitensi contro obiettivi nelle aree controllate dagli Houthi nello Yemen.

Read more