🔥BREAK 🍊BITCOIN ⭕️ALTS 📊MACRO 🧮%MAP
PREMIUM REPORT (5%OFF)

⚫️CADUTA DELL'ORO A $2,010 L'ONCIA

⚫️CADUTA DELL'ORO A $2,010 L'ONCIA

Giorno: 13 febbraio 2024 | Ora: 14:57 Il prezzo dell'oro è sceso a circa 2.010 dollari l'oncia martedì, vicino ai minimi livelli degli ultimi mesi, a causa delle aspettative sulla politica monetaria della Fed dopo i dati sull'indice dei prezzi al consumo più forti del previsto. L'inflazione negli Stati Uniti è diminuita al 3,1% a gennaio rispetto alle previsioni del 2,9%, mentre il tasso di base è rimasto stabile al 3,9% nonostante le previsioni di una decelerazione al 3,7%. Ciò ha ridotto le possibilità di tagli ai tassi di interesse, aumentando il costo opportunità di detenere oro. Inoltre, gli operatori continuano a monitorare gli sviluppi geopolitici in Medio Oriente a seguito dei colloqui diplomatici a Beirut che hanno suggerito un possibile progresso nel ridurre le tensioni tra Israele e Hamas.

CADUTA DEL PREZZO DELL'ORO A $2,010 L'ONCIA

Il prezzo dell'oro è sceso a circa $2,010 l'oncia martedì, vicino ai livelli più bassi degli ultimi quasi un mese, poiché gli investitori hanno rivalutato le prospettive della politica monetaria della Fed dopo i dati CPI più forti del previsto.

INFLAZIONE USA INFERIORE ALLE PREVISIONI

L'inflazione principale negli Stati Uniti è diminuita al 3,1% nel gennaio 2024 rispetto alle previsioni del 2,9%, mentre il tasso core è rimasto stabile al 3,9% nonostante la proiezione di un rallentamento al 3,7%.

DIMINUITE LE PROBABILITÀ DI TAGLI ALLE TASSI

Unito ai commenti dei funzionari della Fed, l'inflazione persistente ha ridotto le probabilità di tagli ai tassi di interesse, aumentando di conseguenza il costo opportunità di detenere oro.

PROBABILITÀ DI TAGLI ALLE TASSI RIDOTTE AL 40%

I mercati ora vedono una probabilità di circa il 40% di una riduzione dei tassi a maggio, rispetto al 50% fissato all'inizio della settimana.

SVILUPPI GEOPOLITICI NEL MEDIO ORIENTE

Gli operatori continuano a monitorare gli sviluppi geopolitici in Medio Oriente, poiché i colloqui diplomatici a Beirut suggeriscono progressi potenziali nel ridurre le tensioni tra Israele e Hamas.