🖲️SUPERCHART 👨‍🚀M.S.Z🪐 🔍SUPERSEARCH
Menu Laterale Completo
🇮🇹 ITA 🇬🇧 ENG
×

CIRCLE CERCA QUOTAZIONE PUBBLICA SECONDA VOLTA

CIRCLE CERCA QUOTAZIONE PUBBLICA SECONDA VOLTA

Giorno: 12 gennaio 2024 | Ora: 22:24 Circle, l'emittente di stablecoin con sede negli Stati Uniti, sta cercando di andare pubblica per la seconda volta, secondo un documento confidenziale presentato alla Securities and Exchange Commission (SEC). Questo sarà il secondo tentativo dell'importante azienda crittografica di quotarsi in borsa, dopo che il suo piano iniziale di fusioni con una special purpose acquisition company (SPAC) è fallito nel 2021. Con la ripresa delle criptovalute in un'economia in crescita, quest'anno sembra propizio per un potenziale aumento degli investimenti e delle offerte pubbliche iniziali nel settore della blockchain. Nonostante siano presenti da 15 anni, ci sono sorprendentemente poche aziende quotate in borsa nel settore delle criptovalute. A dicembre, Goldman Sachs ha previsto una maggiore attività di IPO nella seconda metà del 2024, soprattutto se la Federal Reserve ridurrà i tassi di interesse, riducendo così il costo delle operazioni e stimolando l'economia. Ci sono molti ostacoli potenziali qui, tra cui le elezioni presidenziali negli Stati Uniti, le lotte tra i membri del Congresso, la guerra e l'inflazione, ma "quando i mercati finanziari sono forti, le offerte pubbliche tendono ad essere robuste", come afferma Goldman Sachs, ed è sempre più chiaro che i mercati delle criptovalute si stanno rafforzando. Inoltre, con il lancio di un fondo negoziato in borsa (ETF) di bitcoin spot ieri, le criptovalute stanno entrando in una fase più matura. Molte aziende hanno raccolto una quantità significativa di capitale e i finanziatori di venture capital delle aziende più vecchie - che di solito lavorano con un orizzonte temporale di 10 anni - probabilmente cercano un rendimento. Inoltre, a causa dell'incertezza economica persistente, se i mercati delle criptovalute rimangono elevati nel breve termine, potrebbe rappresentare una finestra di opportunità per andare pubblici prima di una recessione. Coinbase, che ha avuto una quotazione diretta all'inizio del 2021, potrebbe essere rappresentativa in questo caso, essendo una delle poche aziende ad essere andata pubblica durante l'ultimo mercato rialzista. Chi potrebbe quotarsi in borsa? Ci sono oltre una dozzina di "unicorni", ovvero aziende private con valutazioni superiori a 1 miliardo di dollari, nel settore delle criptovalute, che sono i candidati più probabili per una quotazione in borsa. Alcune potrebbero preferire rimanere private, il che offre un maggiore controllo aziendale e invita a una minore attenzione. Ma in generale, se un'azienda raccoglie capitali esterni, le due "uscite" più probabili per gli investitori sono una quotazione pubblica o il fallimento. CoinDesk ha analizzato molte di queste aziende per determinare quali potrebbero annunciare piani per andare pubblici quest'anno. Questa è una lista rappresentativa, piuttosto che completa, intesa a dare un'idea dei fattori in gioco. Questi accordi saranno probabilmente concentrati nei settori degli scambi, della custodia e delle stablecoin, tutti con un grande potenziale di crescita in un contesto di ripresa delle criptovalute. A novembre, il CEO di Kraken, Dave Ripley, ha detto che l'azienda sta seriamente considerando di quotarsi in borsa. In precedenza, ha intrapreso i primi passi avviando una revisione da parte della SEC, che dopo un anno non ha dichiarato Kraken un candidato "efficace". Tuttavia, The Block ha riportato che Kraken ha completato il suo team di dirigenti con professionisti esperti in offerte pubbliche, tra cui il Chief Compliance Officer C.J. Rinaldi e il Chief Financial Officer Carrie Dolan. Kraken è stata valutata poco meno di 11 miliardi di dollari ed è dotata anche di una delle unità legali/compliance più forti del settore, guidata dal

b5f9eddf82b3ce3dbdd30e3729097f430e2a1265.jpg

Read more