🧮CRYPTOMAP 🧮STOCKMAP 🔍SUPERSEARCH
Menu Laterale Completo
× 📱 DOWNLOAD APP OUR SERVICE

🟠DEBITO PUBBLICO: UNA CRESCITA PREOCCUPANTE

🟠DEBITO PUBBLICO: UNA CRESCITA PREOCCUPANTE

Giorno: 03 marzo 2024 | Ora: 21:07 L'economista Daniel Lacalle esprime preoccupazioni sul futuro del dollaro statunitense non a causa delle criptovalute come Bitcoin, ma a causa delle politiche fiscali. Sottolinea l'aumento allarmante del debito nazionale, che supera i 34 trilioni di dollari, crescendo di 1 trilione ogni cento giorni. Questa tendenza insostenibile, sostiene, è particolarmente preoccupante in un periodo di ripresa economica. Lacalle critica la teoria monetaria moderna (MMT), sostenendo che la continua espansione fiscale degli Stati Uniti dimostra una mancanza di responsabilità economica a lungo termine. Nonostante la crescita del prezzo del Bitcoin, Lacalle ritiene che il vero pericolo per il dollaro sia la perdita di fiducia nelle politiche fiscali e monetarie del governo statunitense, che potrebbe portare alla svalutazione del dollaro come valuta di riserva mondiale.

L'INSOSTENIBILE PERCORSO DI ACCUMULO DEL DEBITO

Lacalle argomenta che la questione chiave risiede nella velocità stessa di accumulo del debito rispetto alla crescita del PIL del paese, che, adeguato all'accumulo del debito pubblico, è stato il peggiore dal 1930.

LA VERA MINACCIA PER IL DOLLARO STATUNITENSE

Nonostante il notevole aumento del prezzo di Bitcoin, che supera i 62.000 dollari in mezzo all'aumento del debito nazionale e all'inflazione, Lacalle sostiene che la criptovaluta non rappresenta la principale minaccia per il dollaro come valuta di riserva mondiale. Invece, l'erosione della fiducia nelle politiche fiscali e monetarie del governo statunitense costituisce un rischio molto più grande.

2112b66a100bc8860da5216b3b70dea584a48ac6.jpeg

Source: https://cryptonews.net/news/bitcoin/28651114/