🖲️SUPERCHART 👨‍🚀M.S.Z🪐 🔍SUPERSEARCH
Menu Laterale Completo
×

⚫️DEBOLEZZA NEI MERCATI AZIONARI: FUTURES IN RIBASSO

⚫️DEBOLEZZA NEI MERCATI AZIONARI: FUTURES IN RIBASSO

Giorno: 3 aprile 2024 | Ora: 14:14 I mercati azionari potrebbero aprire in ribasso a causa delle preoccupazioni sulla riduzione dei tassi d'interesse da parte della Federal Reserve. I future dei principali indici indicano un'apertura al ribasso, con i future dell'S&P 500 in calo dello 0,2%. I dati economici positivi degli Stati Uniti, come la crescita dell'occupazione nel settore privato, potrebbero aumentare le aspettative di un rialzo dei tassi d'interesse. Questo potrebbe influenzare negativamente i mercati azionari. Inoltre, il crollo delle azioni di Intel e l'attesa delle dichiarazioni del presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, potrebbero influire sulle negoziazioni. I FUTURES INDICANO UN'APERTURA AL RIBASSO: I futures sugli indici principali stanno indicando un'apertura al ribasso per i mercati, con i futures dell'S&P 500 in calo dello 0,2 percento. I DUBBI SULLA RIDUZIONE DEI TASSI DI INTERESSE DELLA FED POSSONO PESARE SULLE BORSE: I timori che la Federal Reserve possa rinviare la riduzione dei tassi di interesse potrebbero continuare a pesare sui mercati dopo la pubblicazione di dati economici statunitensi più ottimistici. CRESCITA DEI POSTI DI LAVORO NEL SETTORE PRIVATO STATUNITENSE: Il processore di stipendi ADP ha pubblicato un rapporto questa mattina che mostra una crescita più forte del previsto dei posti di lavoro nel settore privato statunitense nel mese di marzo. Secondo ADP, l'occupazione nel settore privato è aumentata di 184.000 posti di lavoro a marzo, dopo essere salita di 155.000 posti di lavoro rivisti al rialzo a febbraio. Gli economisti si aspettavano un aumento di 148.000 posti di lavoro nel settore privato rispetto all'aggiunta di 140.000 posti di lavoro riportata inizialmente per il mese precedente. AUMENTO DEL TASSO DI CRESCITA DEI SALARI: Il rapporto di ADP ha anche rilevato che il tasso annuale di crescita dei salari per i cambi di lavoro è accelerato in modo significativo al 10,0 percento a marzo. "L'inflazione si sta raffreddando, ma i nostri dati mostrano che i salari si stanno riscaldando sia nei beni che nei servizi", ha dichiarato l'economista capo di ADP, Nela Richardson. AUMENTO DELLE RESA DEI TITOLI DEL TESORO: Dopo la pubblicazione dei dati, le rendite dei titoli del tesoro sono aumentate, con il rendimento del titolo decennale di riferimento che ha registrato un ulteriore rialzo dopo la chiusura di martedì a un massimo di quattro mesi. FORTE CALO DELLE AZIONI DI INTEL: Un forte calo delle azioni di Intel potrebbe pesare anche su Wall Street, poiché il gigante dei semiconduttori sta crollando del 5,2 percento nelle contrattazioni pre-market. Intel è sotto pressione dopo aver rivelato una perdita operativa di 7 miliardi di dollari nella sua attività di produzione di semiconduttori nel 2023, superiore alla perdita operativa di 5,2 miliardi di dollari dell'anno precedente. ATTIVITÀ DI TRADING COMPRESSA: L'attività di trading potrebbe essere un po' contenuta, tuttavia, in attesa delle dichiarazioni del presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, nel pomeriggio. RAPPORTO SULL'ATTIVITÀ DEL SETTORE DEI SERVIZI: Poco dopo l'inizio delle contrattazioni, l'Institute for Supply Management pubblicherà il suo rapporto sull'attività del settore dei servizi nel mese di marzo. Si prevede che l'indice PMI dei servizi dell'ISM aumenti leggermente a 52,7 a marzo rispetto a 52,6 a febbraio, con una lettura superiore a 50 che indica crescita. CONTINUA LA DEBOLEZZA DEI MERCATI: Dopo un forte calo all'inizio della sessione, le azioni continuano a mostrare una notevole debolezza durante la giornata di martedì. Dow e S&P 500 si sono aggiunti alle perdite di lunedì, allontanandosi ulteriormente dai massimi di chiusura record stabiliti lo scorso giovedì. MERCATI AZIONARI ASIATICI IN CALO: Nei mercati azionari dell'Asia-Pacifico i listini si sono mossi in maggioranza al ribasso durante le contrattazioni di mercoledì. L'indice Nikkei 225 del Giappone è sceso dell'1,0 percent

Read more