🧮CRYPTOMAP 🧮STOCKMAP 🔍SUPERSEARCH
Menu Laterale Completo
× 📱 DOWNLOAD APP OUR SERVICE

🔵IL DOLLARO RESISTE SUL YEN

🔵IL DOLLARO RESISTE SUL YEN

Giorno: 01 marzo 2024 | Ora: 14:35 Il valore dello yen rispetto al dollaro è sceso dopo che il governatore della Banca del Giappone, Kazuo Ueda, ha dichiarato che era troppo presto per dichiarare vittoria nel raggiungimento di un livello desiderato di inflazione. Nel frattempo, il dollaro è rimasto stabile rispetto alle altre principali valute, il bitcoin ha fatto una pausa dopo il forte aumento del mese scorso e lo yuan cinese è sceso a seguito di dati deboli sulla produzione manifatturiera. Il dollaro è in aumento rispetto allo yen e il yen si avvicina ai minimi da novembre e ai minimi dal 1990. L'inflazione in Giappone è ancora lontana dall'obiettivo del 2% e il paese sta cercando di aumentare i prezzi dopo anni di domanda debole. Gli investitori stanno aspettando nuove direzioni dalla Banca Centrale Europea e dalla Federal Reserve per capire quando verranno tagliati i tassi di interesse. La criptovaluta bitcoin è in aumento dopo un forte aumento di febbraio. IL YEN PERDE TERRENO CONTRO IL DOLLARO

Venerdì il yen è sceso rispetto al dollaro dopo che il governatore della Bank of Japan, Kazuo Ueda, ha dichiarato che è ancora troppo presto per dichiarare vittoria nel raggiungimento del livello desiderato di inflazione.

Nel frattempo, il dollaro è rimasto stabile rispetto alle altre principali valute, mentre il bitcoin ha fatto una pausa dopo il forte aumento del mese scorso e lo yuan cinese ha registrato un calo a seguito di dati deboli sul settore manifatturiero.

IL DOLLARO SALE CONTRO IL YEN

Contro il yen, il dollaro è salito dello 0,39% a 150,54, dopo essere aumentato del 6,3% nei primi due mesi dell'anno. Questi movimenti hanno portato la valuta giapponese vicino ai suoi livelli più deboli dal novembre scorso e non lontano dai minimi dal 1990.

Ueda ha dichiarato "Non penso che siamo arrivati ancora" quando gli è stato chiesto se un tasso di inflazione sostenibile del 2% fosse in vista.

LA BATTAGLIA CONTRO L'INFLAZIONE IN GIAPPONE

A differenza della maggior parte delle economie mondiali che combattono l'inflazione galoppante, il Giappone sta cercando di aumentare i prezzi dopo anni di domanda anemica.

I commenti di Ueda sembrano contrastare la suggerimento di un collega effettuato giovedì che faceva intendere la necessità di uscire dalla politica monetaria ultraespansiva, il che ha rafforzato il yen.

"In Giappone c'è in corso una sorta di gioco del poliziotto buono e del poliziotto cattivo", ha detto Rob Carnell, responsabile regionale della ricerca per l'Asia-Pacifico di ING.

"Penso che il mercato si stia nuovamente entusiasmando alla possibilità di un intervento ad aprile... nel grande schema delle cose, importa davvero se sarà ad aprile o a giugno? L'importante è che avvenga."

IL DOLLARO STABILE RISPETTO ALLE ALTRE VALUTE

L'indice del dollaro DXY, che misura la valuta statunitense rispetto a altre sei, è rimasto stabile a 104,13. Giovedì è aumentato dello 0,3% dopo i dati sull'inflazione e del 2,7% nei mesi di gennaio e febbraio.

I dati hanno mostrato che i prezzi negli Stati Uniti, misurati dall'indice PCE di riferimento della Federal Reserve, sono aumentati a gennaio in linea con le aspettative, mentre l'inflazione annuale è scesa ai minimi degli ultimi tre anni.

I trader che puntano sui tassi di interesse ora vedono una probabilità di circa il 67% che il primo taglio dei tassi della Fed avvenga a giugno, rispetto al 63% di giovedì, secondo lo strumento FedWatch del CME.

L'EURO QUASI STABILE RISPETTO AL DOLLARO

L'euro EURUSD è aumentato dello 0,1% a $1,0813, reagendo poco ai dati che hanno mostrato che l'inflazione nell'eurozona è rallentata leggermente meno del previsto al 2,6% a febbraio, dal 2,8% a gennaio.

La valuta dell'eurozona si è mantenuta in un range tra $1,07 e $1,11 da novembre, mentre gli investitori faticano a capire quando la BCE e la

JP.svg
US.svg
tag:reuters.com,2024:newsml_L2N3FF19L-3b209b95cca533298a8dcbdad35a8cdd-resized.jpeg
u-s-dollar-index.svg
US.svg
EU.svg
CN.svg
US.svg
XTVCBTC.svg
CH.svg
US.svg
GB.svg

Source: Yahoo, Bloomberg , Reuters, Trading Economics,