🧮CRYPTOMAP 🧮STOCKMAP 🔍SUPERSEARCH
Menu Laterale Completo
× 📱 DOWNLOAD APP OUR SERVICE

⭕️IL GOVERNO INDIANO E MICROSOFT

⭕️IL GOVERNO INDIANO E MICROSOFT

Giorno: 04 marzo 2024 | Ora: 12:08 Il governo indiano ha emesso una nuova direttiva che avverte le aziende tecnologiche che sviluppano nuovi strumenti di intelligenza artificiale (AI) a livello di laboratorio che devono ottenere l'approvazione prima della pubblicazione su internet. La direttiva richiede che gli strumenti AI "non affidabili" o ancora in fase sperimentale siano etichettati come tali e che l'approvazione sia concessa prima della pubblicazione pubblica. Inoltre, chiede alle piattaforme di assicurarsi che i loro strumenti non minaccino l'integrità del processo elettorale. La direttiva è stata emessa dopo che uno dei ministri indiani ha criticato Google per le risposte "inaccurate" o parziali del suo strumento AI Gemini. Gli esperti del settore tecnologico hanno espresso preoccupazione per questa direttiva, affermando che potrebbe limitare l'innovazione e il ruolo di leadership dell'India nel settore tecnologico. TITOLO: IL GOVERNO INDIANO RICHIEDE APPROVAZIONE PER LE NUOVE APPLICAZIONI DI INTELLIGENZA ARTIFICIALE Il governo indiano ha emesso una nuova direttiva che avverte le aziende tecnologiche che sviluppano nuovi strumenti di intelligenza artificiale a livello di laboratorio che devono ottenere l'approvazione prima della loro pubblicazione su internet. TITOLO: L'AVVISO DEL GOVERNO INDIANO AI TECH COMPANY Il governo indiano ha emesso un avviso alle aziende tecnologiche che sviluppano nuovi strumenti di intelligenza artificiale (AI) che devono essere approvati dal governo prima della loro pubblicazione. Secondo l'avviso rilasciato dal Ministero dell'IT indiano il 1° marzo, questa approvazione deve essere concessa prima della pubblicazione pubblica di strumenti di AI "non affidabili" o ancora in fase di prova, e tali strumenti dovrebbero essere etichettati come potenzialmente fornitori di risposte inaccurate alle domande. Il ministero ha aggiunto: > "La disponibilità per gli utenti su Internet indiano deve essere fatta con il permesso esplicito del Governo dell'India". Inoltre, l'avviso chiedeva alle piattaforme di assicurarsi che i loro strumenti non "minaccino l'integrità del processo elettorale", in quanto sono previste elezioni generali quest'estate. TITOLO: IL MINISTRO DELL'IT DELL'INDIA CRITICA GOOGLE Questo nuovo avviso arriva poco dopo che uno dei ministri di spicco dell'India ha criticato Google e il suo strumento di AI Gemini per le sue risposte "inaccurate" o di parte, compresa una affermazione secondo cui il Primo Ministro indiano Narendra Modi è stato caratterizzato da alcuni come un "fascista". Google si è scusato per le carenze di Gemini e ha dichiarato che "potrebbe non essere sempre affidabile", soprattutto per argomenti sociali attuali. TITOLO: RISPONDE IL VICE MINISTRO DELL'IT DELL'INDIA Rajeev Chandrasekhar, vice ministro dell'IT dell'India, ha dichiarato su X: "La sicurezza e la fiducia sono un obbligo legale della piattaforma. 'Scusa, non affidabile' non esenta dalla legge". In novembre, il governo indiano ha annunciato che introdurrà nuove normative per contrastare la diffusione di deepfake generati da AI prima delle elezioni imminenti, una mossa anche attuata dai regolatori degli Stati Uniti. TITOLO: LA RISPOSTA DEL VICE MINISTRO DELL'IT DELL'INDIA AI CRITICI Tuttavia, i funzionari indiani hanno ricevuto una reazione negativa dalla comunità tecnologica riguardo al suo ultimo avviso sull'AI, affermando che l'India è un leader nel settore tecnologico e sarebbe un "crimine" se l'India si "regolamentasse fuori da questa leadership". Chandrasekhar ha risposto a questo "rumore e confusione" in un post successivo su X, affermando che dovrebbero esserci "conseguenze legali" per le piattaforme che "consentono o diffondono contenuti illegali". Ha aggiunto: > "L'India crede nell'AI e si impegna pienamente non solo per il talento, ma anche come parte dell'espansione del nostro ecosistema digitale e dell'innovazione. Le ambizioni dell'India nell'AI e nell'assicurare agli utenti Internet un Internet sicuro e affidabile non sono binarie". Inoltre, ha chiarito che l'avviso era semplicemente un "consiglio a coloro che distribuiscono piattaforme di AI a livello di laboratorio o non testate su Internet pubblico" per essere consapevoli degli obblighi e delle conseguenze secondo le leggi indiane e di come proteggere al meglio se stessi e gli utenti. TITOLO: MICROSOFT PARTNER

14096122-c7aa-4207-8a23-5bbc10d04fbb.jpg
91a420ae-d395-4691-81d1-d72b844007e7.png
8cfbddac-3038-4ada-adaf-e3188be07ec9.png

Source : https://cointelegraph.com/news/india-tech-approval-unreliable-ai-tools

Read more