🧮CRYPTOMAP 🧮STOCKMAP 🔍SUPERSEARCH
Menu Laterale Completo
× ðŸ“± DOWNLOAD APP OUR SERVICE

🔵INDECISIONE SUL FUTURO DELLO YEN

🔵INDECISIONE SUL FUTURO DELLO YEN

Giorno: 2024-03-01 | Ora: 03:11 Il dollaro è stabile dopo che i dati hanno mostrato che l'inflazione negli Stati Uniti è rimasta stabile, ma che potrebbe diminuire gradualmente, mantenendo viva la possibilità che la Federal Reserve tagli i tassi a giugno. Nel frattempo, lo yen è tornato al livello chiave di 150 per dollaro. Il rally di Bitcoin si è fermato dopo un aumento del 45% a febbraio. I mercati stanno prezzando al 65% la possibilità che la Fed tagli i tassi a giugno. Il governatore della Banca del Giappone ha dichiarato che è troppo presto per concludere che l'inflazione si avvicini al target del 2% della banca centrale. DOLLARO STABILE MENTRE I TRADER RIFLETTONO SULLE SCOMMESSE SUI TAGLI DEI TASSI FEDERALI; YEN INCERTO A 150/$ Il dollaro è rimasto stabile venerdì dopo che i dati hanno mostrato che l'inflazione negli Stati Uniti è rimasta stabile ma in lieve calo, mantenendo viva la possibilità che la Federal Reserve tagli i tassi a giugno, mentre lo yen è tornato a scendere verso il livello chiave di 150 per dollaro. IL RALLY DEL BITCOIN SI FERMA MENTRE IL PREZZO DEL PETROLIO CONTINUA A CRESCERE Il rally del bitcoin si è fermato e si trovava a $61,622, vicino al massimo di oltre due anni e vicino al massimo storico. La criptovaluta è cresciuta del 45% a febbraio, la sua maggiore crescita mensile in oltre tre anni, grazie all'afflusso di denaro nei fondi negoziati in borsa approvati e lanciati quest'anno negli Stati Uniti. IL DOLLAR INDEX SI MANTIENE A 104.11 DOPO I DATI SULL'INFLAZIONE STATUNITENSE Il Dollar Index, che misura la valuta statunitense contro sei rivali, era a 104.11 dopo una sessione notturna volatile a seguito del rapporto sull'inflazione. I dati hanno mostrato che i prezzi statunitensi hanno accelerato a gennaio in linea con le aspettative, mentre l'inflazione annuale è scesa ai minimi degli ultimi tre anni. I MERCATI PREZZANO AL 65% UN TAGLIO DEI TASSI FEDERALI A GIUGNO I trader stanno prezzando al 65% la probabilità che la Fed tagli i tassi a giugno, secondo lo strumento CME FedWatch, rispetto a marzo come punto di partenza all'inizio dell'anno. I trader stanno prezzando 82 punti base di tagli quest'anno, più vicini alla previsione della stessa Fed di 75 punti base di allentamento e molto meno dei 150 punti base di tagli previsti all'inizio dell'anno. LA BANCA CENTRALE GIAPPONESE POTREBBE INTERVENIRE PER FERMARE LA SALITA DELLO YEN Dopo un breve periodo di forza giovedì, lo yen è tornato al livello di 150 per dollaro, livello a cui si è ancorato nelle ultime settimane, suscitando preoccupazioni per un possibile intervento delle autorità giapponesi. Venerdì, lo yen ha perso lo 0,19% a 150,27 per dollaro, dopo essersi rafforzato fino a 149,21 giovedì a seguito dei commenti dell'ufficiale della Banca del Giappone Hajime Takata che hanno fatto pensare alla necessità di uscire dalle politiche ultra accomodanti. LA BANCA CENTRALE GIAPPONESE ATTENDE NUOVI DATI PRIMA DI PRENDERE UNA DECISIONE Ma venerdì il governatore della BOJ, Kazuo Ueda, ha detto che è troppo presto per concludere che l'inflazione si avvicina in modo sostenibile all'obiettivo di inflazione del 2% della banca centrale e ha sottolineato la necessità di analizzare ulteriori dati sulle prospettive salariali. I commenti contrastanti faranno probabilmente sì che gli investitori si chiedano quale sarà la prossima mossa della banca centrale.

LYNXNPEK2010M_L.jpg

Source: Yahoo, Bloomberg , Reuters, Trading Economics,

Read more