🖲️SUPERCHART 👨‍🚀M.S.Z🪐 🔍SUPERSEARCH
Menu Laterale Completo
×

⚫️INFLAZIONE EUROZONA: PREZZI CALANO

⚫️INFLAZIONE EUROZONA: PREZZI CALANO

Giorno: 2024-04-03 | Ora: 14:14:13 L'inflazione dei prezzi al consumo nell'Eurozona, così come la crescita dei prezzi di base, si è ridotta a marzo, aumentando la probabilità di un taglio dei tassi d'interesse da parte della Banca Centrale Europea a giugno, ponendo così fine al ciclo di rialzo aggressivo degli ultimi anni. L'indice armonizzato dei prezzi al consumo è aumentato del 2,4% su base annua, più lentamente rispetto al 2,6% di febbraio. Anche l'inflazione di base, che esclude i prezzi volatili di cibo ed energia, si è ridotta più del previsto al 2,9% a marzo rispetto al 3,1% del mese precedente. L'ECB prevede che l'inflazione si attesti al 2,3% quest'anno, al 2% nel 2025 e all'1,9% nel 2026. Nonostante questo, gli economisti ritengono che l'ECB non agirà in aprile, poiché l'economia non è in recessione e la disoccupazione è ai minimi storici. Si prevede che il taglio dei tassi di interesse avverrà a giugno.

INFLAZIONE DELL'EZON E CRESCITA DEI PREZZI AL CONSUMO SI ABBASSANO

  • L'inflazione armonizzata dei prezzi al consumo nell'Eurozona è aumentata del 2,4% su base annua a marzo, inferiore al rialzo del 2,6% di febbraio.
  • Anche l'inflazione core, che esclude i prezzi volatili di cibo ed energia, si è ridotta più del previsto al 2,9% a marzo rispetto al 3,1% del mese precedente.
  • L'ultima volta la BCE aveva mantenuto il suo tasso di rifinanziamento principale invariato al 4,50%, ma commenti dei responsabili della BCE, inclusa la presidente Christine Lagarde, suggeriscono che la banca si sta preparando a abbassare i tassi a giugno.
  • Il personale della BCE prevede che l'inflazione si attesterà al 2,3% quest'anno, al 2,0% nel 2025 e all'1,9% nel 2026.
  • Nonostante i dati sembrino aprire la possibilità di un taglio dei tassi in aprile, l'economista di ING Bert Colijn afferma che la BCE non agirà probabilmente questo mese.
  • Visto che l'economia non è in recessione e la disoccupazione è ai minimi storici, la BCE non ha fretta di abbassare i tassi questo mese.
  • Servizi, cibo, alcol e tabacco hanno registrato i tassi annuali più alti a marzo, rispettivamente +4,0%, +2,7% e +1,1%. I prezzi dell'energia sono scesi del 1,8%.
  • Separatamente, Eurostat ha riferito che il tasso di disoccupazione nell'area euro nel mese di febbraio è rimasto stabile al 6,5%.
  • Il tasso di disoccupazione giovanile si è mantenuto stabile al 14,6%, con circa 2,319 milioni di giovani disoccupati al di sotto dei 25 anni a febbraio.