🧮CRYPTOMAP 🧮STOCKMAP 🔍SUPERSEARCH
Menu Laterale Completo
× 📱 DOWNLOAD APP OUR SERVICE

🔵INFLAZIONE TOKYO SUPERERÀ IL 2%

🔵INFLAZIONE TOKYO SUPERERÀ IL 2%

Giorno: 01 | Ora: 05:46 Secondo un sondaggio di economisti condotto da Reuters, l'inflazione dei consumatori di base nella capitale del Giappone, Tokyo, è probabilmente aumentata a febbraio, superando l'obiettivo del 2% della banca centrale. Ciò indica che le condizioni per abbandonare i tassi di interesse negativi stanno prendendo forma. Si prevede che l'indice dei prezzi al consumo di base a Tokyo sia aumentato del 2,5% su base annua, dopo un aumento del 1,6% a gennaio. Intanto, si prevede che la spesa delle famiglie sia diminuita del 4,3% a gennaio rispetto allo stesso mese dell'anno precedente, riflettendo l'impatto di una diminuzione dei salari reali. Si stima anche che il saldo della bilancia commerciale del Giappone sia andato in deficit per la prima volta in un anno a gennaio, con un deficit di 330,4 miliardi di yen ($2,20 miliardi). INFLAZIONE A TOKYO LIKELY AUMENTATA A FEBBRAIO: SONDAGGIO REUTERS Il tasso di inflazione al consumo a Tokyo probabilmente si è ri-accelerato a febbraio superando il target del 2% della banca centrale, secondo un sondaggio di economisti pubblicato venerdì da Reuters, indicando che le condizioni per abbandonare i tassi di interesse negativi stavano prendendo forma. Secondo le previsioni di un gruppo di 17 economisti, l'indice dei prezzi al consumo core (CPI) a Tokyo, un indicatore principale delle tendenze a livello nazionale, dovrebbe essere aumentato del 2,5% su base annua. Ciò farebbe seguito ad un aumento del 1,6% a gennaio, quando si è rallentato al di sotto del 2% fissato dalla Banca del Giappone (BOJ), al tasso più basso in quasi due anni. LA BANCA DEL GIAPPONE POTREBBE TERMINARE LA POLITICA DEI TASSI DI INTERESSE NEGATIVI Con l'inflazione che ha superato il 2% per oltre un anno, molti operatori di mercato si aspettano che la BOJ ponga fine alla sua politica dei tassi di interesse negativi entro aprile. Tuttavia, il governatore della BOJ, Kazuo Ueda, ha dichiarato giovedì che era troppo presto per dichiarare che l'obiettivo di inflazione sostenuta del 2% sia stato raggiunto. SPESE DELLE FAMIGLIE IN CALO Nel frattempo, gli economisti si aspettavano che le spese delle famiglie a gennaio mostrassero il più grande calo su base annua da luglio dell'anno scorso, riflettendo l'impatto di una diminuzione dei salari reali. Secondo il sondaggio, le spese delle famiglie sono probabilmente diminuite del 4,3% a gennaio rispetto allo stesso mese dell'anno scorso, ma sono aumentate dello 0,4% rispetto al mese precedente. BILANCIO CORRENTE DEL GIAPPONE PROBABILMENTE IN DEFICIT Gli economisti nel sondaggio hanno anche stimato che il saldo della partita corrente del Giappone sarebbe scivolato in deficit per la prima volta in un anno a gennaio, con un deficit di 330,4 miliardi di yen (2,20 miliardi di dollari), a seguito di un surplus di 744,3 miliardi di yen a dicembre. DATI IMPORTANTI IN USCITA Il governo pubblicherà i dati sull'indice dei prezzi al consumo a Tokyo l'8 marzo alle 8:30 del mattino ora giapponese (7 marzo alle 23:30 GMT). I dati sulle spese delle famiglie sono attesi per l'8 marzo alle 8:30 del mattino (7 marzo alle 23:30 GMT) e i dati sul saldo della partita corrente saranno disponibili lo stesso giorno alle 8:50 del mattino (23:50 GMT).

LYNXNPEK2013S_L.jpg

Source: Yahoo, Bloomberg , Reuters, Trading Economics,

Read more