🧮CRYPTOMAP 🧮STOCKMAP 🔍SUPERSEARCH
Menu Laterale Completo
× 📱 DOWNLOAD APP OUR SERVICE

🔵LA BCE E L'INFLAZIONE: AGGIORNAMENTI DI LAGARDE

🔵LA BCE E L'INFLAZIONE: AGGIORNAMENTI DI LAGARDE

Giorno: 01 marzo 2024 | Ora : 18:15 La presidente della BCE, Christine Lagarde, ha ribadito la sua posizione paziente sulla crescita dei salari e ha affermato che non si è ancora raggiunta la stabilità dell'inflazione. Ha inoltre sottolineato che ci sono segnali di una ripresa della crescita e che le pressioni salariali rimangono forti. Nel frattempo, il presidente della Fed, Jerome Powell, ha dichiarato che non c'è bisogno di regolare in modo preventivo la politica monetaria e che la Fed dovrebbe essere paziente e aspettare evidenze convincenti che la lotta all'inflazione sia stata vinta. Ha inoltre affermato di non essere affrettato a interrompere la riduzione del bilancio della Fed. Altri importanti sviluppi includono i dati sull'inflazione in Giappone, le cifre sugli ordini di beni durevoli negli Stati Uniti e la decisione della RBNZ di mantenere invariati i tassi di interesse.

LA POSIZIONE DELLA BCE DI LAGARDE

Lagarde, membro votante e posizione neutrale, ha ribadito la sua posizione paziente sulla crescita dei salari e sull'inflazione:

  • ANCORA NON SIAMO RAGGIUNTI L'OBBIETTIVO DELL'INFLAZIONE.
  • DOBBIAMO ARRIVARE A UN'INFLAZIONE DEL 2% IN MODO SOSTENIBILE.
  • LA BCE DEVE GIOCARE IL SUO RUOLO NELLA TRANSIZIONE CLIMATICA.
  • CI SONO SEGNI CRESCENTI DI UNA FASE DI FONDO NELLA CRESCITA E ALCUNI INDICATORI FORWARD-LOOKING INDICANO UNA RIPRESA PIÙ AVANTI QUEST'ANNO.
  • LA PRESSIONE DEI SALARI, NEL FRATTEMPO, RESTA FORTE.
  • IL PROCESSO DI DISINFLAZIONE ATTUALE DOVREBBE CONTINUARE, MA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEVE ESSERE CONVINTO CHE CI PORTERÀ SOSTENIBILMENTE AL NOSTRO OBIETTIVO DEL 2%.
  • GLI AUMENTI DEI COSTI DEL LAVORO SONO IN PARTE AMMORTIZZATI DAI PROFITTI E NON VENGONO TOTALMENTE TRASMESSI AI CONSUMATORI.
  • CI ASPETTIAMO CHE L'INFLAZIONE CONTINUI A RALLENTARE, MAN MANO CHE L'IMPATTO DEGLI SHOCK AL RIALZO DEL PASSATO SI SBIADISCE E LE CONDIZIONI FINANZIARIE STRINGENTI AIUTANO A FAR SCENDERE L'INFLAZIONE.
  • LA NOSTRA POLITICA MONETARIA RESTRITTIVA, LA SUCCESSIVA FORTE RIDUZIONE DELL'INFLAZIONE PRINCIPALE E LE ASPETTATIVE D'INFLAZIONE A LUNGO TERMINE BEN RADICATE AGISCONO COME UNA SALVAGUARDIA CONTRO UNA SPIRALE SOSTENUTA DEI PREZZI DEI SALARI.

LA POSIZIONE DELLA BCE DI KAZIMIR

Kazimir, membro non votante e posizione neutrale a marzo, sta chiaramente segnalando un taglio dei tassi a giugno, a parità di altre condizioni:

  • La probabilità di taglio dei tassi di mercato è ora "più realistica".
  • Sono soddisfatto del recente cambiamento delle aspettative.
  • La disinflazione dell'inflazione principale sta procedendo più velocemente del previsto, ma i prezzi di base rimangono ancora incerti.
  • PREFERISCO UN TAGLIO DEI TASSI A GIUGNO, POI UN "CICLO DI POLITICA DI SMUSSAMENTO LENTO E REGOLARE".

L'INFLAZIONE IN GIAPPONE

Il tasso di inflazione di gennaio in Giappone ha superato le aspettative, anche se i tassi di inflazione si sono ridotti rispetto ai dati precedenti:

  • Tasso di inflazione annuale CPI 2,2% rispetto al 2,6% precedente.
  • Tasso di inflazione annuale CPI di base 2,0% rispetto al 1,8% previsto e al 2,3% precedente.
  • Tasso di inflazione annuale CPI di base-core 3,5% rispetto al 3,7% precedente.

ORDINI DI BENI DUREVOLI NEGLI STATI UNITI

Gli ordini di beni durevoli di g

ECB%27s%20Lagarde_id_872ebe45-6856-46f6-bc3b-db7c39d67b78_size975.jpg
ECB's Lagarde
ECB's Lagarde
ECB's Lagarde

Source: Yahoo, Bloomberg , Reuters, Trading Economics,