🖲️SUPERCHART 👨‍🚀M.S.Z🪐 🔍SUPERSEARCH
Menu Laterale Completo
×

🔵LA FED RESTA FERMA SULLE TARIFFE

🔵LA FED RESTA FERMA SULLE TARIFFE

Giorno: 3 aprile 2024 | Ora: 15:06 Il presidente della Federal Reserve di Atlanta, Raphael Bostic, ha dichiarato che la banca centrale degli Stati Uniti non dovrebbe abbassare il tasso di interesse fino alla fine di quest'anno. Bostic ritiene che la Fed dovrebbe ridurre i costi di prestito solo una volta nel corso del 2024. Secondo Bostic, se l'economia si sviluppa come previsto, con una crescita del PIL e dell'occupazione robusta e una lenta diminuzione dell'inflazione nel corso dell'anno, sarebbe appropriato iniziare ad abbassare i tassi alla fine dell'anno. Altri due funzionari della Fed mantengono le previsioni di tre tagli dei tassi. Bostic ha espresso preoccupazione per il fatto che alcuni indicatori secondari dei dati sull'inflazione siano più alti rispetto al passato. Prevede che l'inflazione diminuirà gradualmente fino al 2026, raggiungendo il target del 2% all'inizio di quell'anno.

LA FED NON DOVREBBE ABBASSARE I TASSI DI INTERESSE FINO ALLA FINE DELL'ANNO

  • Raphael Bostic, presidente della Federal Reserve di Atlanta, ha dichiarato che la Federal Reserve non dovrebbe abbassare il tasso di interesse di riferimento fino alla fine dell'anno, mantenendo la sua opinione che la banca centrale degli Stati Uniti dovrebbe ridurre i costi di prestito solo una volta nel corso del 2024.

BOSTIC PREVEDE UNA RIDUZIONE DEI TASSI DI INTERESSE NEL QUARTO TRIMESTRE

  • Bostic ha affermato che se l'economia si svilupperà come previsto, con una robusta crescita del PIL e dell'occupazione e una lenta diminuzione dell'inflazione nel corso dell'anno, sarà appropriato iniziare a ridurre i tassi di interesse alla fine di quest'anno, nel quarto trimestre.

LA FED MANTEINE I TASSI FERMI, MA PREVEDE UNA CRESCITA ECONOMICA ROBUSTA

  • La Federal Reserve ha mantenuto i tassi ferme nell'intervallo compreso tra il 5,25% e il 5,5% il mese scorso, con la maggior parte dei responsabili politici che si aspettano almeno tre tagli dei tassi quest'anno, ma le nuove proiezioni riflettono un progresso più lento dell'inflazione e una continua crescita economica robusta e occupazione.

BOSTIC ESPRIME PREOCCUPAZIONE PER IL LIVELLO DELL'INFLAZIONE

  • Bostic ha espresso preoccupazione per alcuni dati secondari nell'inflazione, che sono molto più alti rispetto al passato. Ha affermato che deve assicurarsi che questi dati non nascondano una pressione al rialzo dei prezzi prima di decidere di modificare il tasso di interesse della politica monetaria.

BOSTIC PREVEDE UNA RIDUZIONE DELL'INFLAZIONE ENTRO IL 2026

  • Bostic prevede una diminuzione graduale dell'inflazione nel corso del 2024 e del 2025, raggiungendo il target del 2% "verso l'inizio del 2026".

LA CRESCITA DELL'INFLAZIONE PIÙ LENTA DI QUANTO PREVISTO

  • L'inflazione misurata dalla Federal Reserve era del 2,5% a febbraio, ben al di sotto del picco del 7% a metà del 2022, ma comunque superiore all'obiettivo del 2%, con un progresso più lento quest'anno rispetto all'anno scorso.

BOSTIC SOTTOLINEA LA NECESSITÀ DI PAZIENZA

  • Bostic ha dichiarato che se la traiettoria dell'inflazione rallenta, sarà necessario essere più pazienti di quanto molti si aspettassero.
LYNXNPEK320L5_L.jpg

Source: Yahoo, Bloomberg , Reuters, Trading Economics,