🧮CRYPTOMAP 🧮STOCKMAP 🔍SUPERSEARCH
Menu Laterale Completo
× 📱 DOWNLOAD APP OUR SERVICE

⚫️LA POLONIA: RIFORME E FINANZIAMENTI

⚫️LA POLONIA: RIFORME E FINANZIAMENTI

Giorno: 01 | Ora: 16:50 La Commissione Europea ha adottato due atti legali che consentiranno alla Polonia di accedere a un finanziamento dell'UE fino a 137 miliardi di euro. La Commissione ha valutato positivamente le riforme della Polonia in materia di stato di diritto e l'indipendenza del sistema giudiziario. Una volta confermata dagli Stati membri, l'analisi della Commissione consentirà il pagamento di 6,3 miliardi di euro nelle prossime settimane, su un totale di fino a 59,8 miliardi di euro di fondi del RRF destinati alla Polonia. La Commissione ritiene inoltre che la Polonia soddisfi ora le condizioni orizzontali relative alla Carta dei diritti fondamentali dell'UE, consentendo al paese di accedere a ulteriori finanziamenti per i programmi di coesione, pesca e affari interni.

Polonia adotta riforme dello stato di diritto

Riconoscendo che la Polonia ha adottato riforme dello stato di diritto e ha preso misure immediate per affrontare gli obiettivi per rafforzare l'indipendenza del potere giudiziario, la Commissione europea ha adottato due atti legali che apriranno la strada alla Polonia per accedere a un finanziamento dell'UE fino a 137 miliardi di euro.

La Polonia soddisfa i "super obiettivi" per rafforzare l'indipendenza del potere giudiziario

La Commissione ha concluso la sua valutazione preliminare della richiesta di pagamento della Polonia nell'ambito del Recovery and Resilience Facility (RRF). La Commissione conclude che la Polonia ha soddisfatto in modo soddisfacente i due "super obiettivi" per rafforzare importanti aspetti dell'indipendenza del potere giudiziario attraverso la riforma del regime disciplinare per i giudici. Ha anche soddisfatto in modo soddisfacente un altro super obiettivo impegnandosi a utilizzare Arachne, uno strumento informatico che supporta i sistemi di audit e controllo degli Stati membri e garantisce quindi le necessarie salvaguardie contro le frodi.

Disborsamento di fondi UE alla Polonia

Una volta confermata dagli Stati membri, la valutazione della Commissione consentirebbe il disborsamento di 6,3 miliardi di euro nelle prossime settimane, su un totale di fino a 59,8 miliardi di euro di fondi RRF destinati alla Polonia.

La Polonia soddisfa la condizione abilitante orizzontale relativa alla Carta dei diritti fondamentali dell'UE

La Commissione ha anche aggiunto che, a seguito delle riforme sopra menzionate, considera che la Polonia soddisfi ora la condizione abilitante orizzontale relativa alla Carta dei diritti fondamentali dell'UE, consentendo al paese di accedere fino a 76,5 miliardi di euro per i suoi programmi di politica di coesione 2021-2027, marittima europea, pesca e acquacoltura, e affari interni.