🔥BREAK 🍊BITCOIN ⭕️ALTS 📊MACRO 🧮%MAP
PREMIUM REPORT (5%OFF)

🔵LE VALUTE ASIATICHE SI DEPREZZANO

🔵LE VALUTE ASIATICHE SI DEPREZZANO

Giorno: 13 febbraio 2024 | Ora: 06:39 Le valute asiatiche si indeboliscono mentre il dollaro si rafforza in vista dei dati sull'inflazione negli Stati Uniti. La Banca del Giappone ha segnalato che non alzerà aggressivamente i tassi di interesse, il che ha causato una perdita nello yen. Le valute asiatiche in generale sono in calo, mentre il dollaro rimane stabile in attesa dei dati sull'inflazione che potrebbero influenzare i tagli ai tassi di interesse.

LE VALUTE ASIATICHE SI DEPREZZANO, IL DOLLARO SI RAFFORZA IN VISTA DEI DATI SULL'IPC

La maggior parte delle valute asiatiche si è indebolita martedì, mentre il dollaro si è rafforzato in attesa dei dati chiave sull'inflazione negli Stati Uniti, che si prevede avranno un impatto sul percorso dei tassi di interesse.

I dati sull'inflazione arrivano dopo che una serie di funzionari della Federal Reserve hanno avvertito che la banca centrale non ha fretta di iniziare a ridurre i tassi di interesse nel 2024, una tendenza che favorisce il dollaro e penalizza le valute a rischio e ad alto rendimento.

Una settimana di festività commerciali in Cina e Hong Kong ha mantenuto i volumi di scambio asiatici contenuti. Ma lo yen è leggermente diminuito nel mercato offshore.

LO YEN GIAPPONESE SI AVVICINA AL LIVELLO DI 150 A CAUSA DEI SEGNALE DOVISH DELLA BOJ

Lo yen è stata tra le valute regionali che hanno registrato le performance peggiori nelle ultime sessioni, perdendo lo 0,1% martedì e scambiando a 149,53 - quasi al minimo di tre mesi e a un passo dal superare il livello di 150, che segna ulteriori perdite per lo yen.

Le perdite dello yen sono state causate principalmente da un alto funzionario della Banca del Giappone che ha segnalato che anche quando la banca inizierà a aumentare i tassi di interesse quest'anno, è improbabile che lo faccia in modo aggressivo. Questo scenario offre scarso sollievo allo yen, che è stato pressato principalmente da una crescente differenza tra i tassi di interesse locali e statunitensi, una tendenza aggravata dalla prospettiva di tassi statunitensi più alti per un periodo più lungo.

I dati attesi questa settimana mostreranno un miglioramento limitato della crescita, dopo una contrazione inaspettata nel terzo trimestre.

Le valute asiatiche più ampie sono state in calo. Il won sudcoreano ha perso lo 0,3% e ha scambiato vicino al minimo di tre mesi. Un sondaggio privato ha mostrato che il rimbalzo dell'economia australiana è salito a un massimo di 10 mesi all'inizio di febbraio, a seguito di un aumento dell'ottimismo per un'ulteriore riduzione dell'inflazione e nessun altro rialzo dei tassi di interesse.

Il renminbi cinese è rimasto stabile, mentre il dollaro di Singapore ha perso lo 0,1%.

La rupia indiana è rimasta invariata dopo che i dati di lunedì hanno mostrato che l'inflazione indiana (CPI) è diminuita come previsto a gennaio, ma è rimasta ben al di sopra del target annuale del 4% della Reserve Bank of India.

IL DOLLARO SI RAFFORZA, IN ATTESA DEI DATI SULL'IPC PER INDIZI SUI TAGLI DEI TASSI

Il dollaro e l'euro sono saliti dello 0,1% ciascuno nel mercato asiatico, rimanendo vicini al massimo di tre mesi raggiunto di recente, in quanto gli operatori si aspettano tagli dei tassi di interesse più avanti quest'anno.

I dati sull'inflazione previsti mostreranno un calo a gennaio, ma rimarranno ben al di sopra del target annuale del 2% della Federal Reserve, il che non darà alla banca un impulso per iniziare a tagliare i tassi di interesse in anticipo.

Il dollaro era aumentato alla fine di gennaio

LYNXMPECAM0ZH_L.jpg

Source: Yahoo, Bloomberg , Reuters, Trading Economics,