🔥BREAK 🍊BITCOIN ⭕️ALTS 📊MACRO 🧮%MAP
PREMIUM REPORT (5%OFF)

🟠L'IMPATTO POSITIVO DEGLI ETF SU BITCOIN DOPO L'HALVING

🟠L'IMPATTO POSITIVO DEGLI ETF SU BITCOIN DOPO L'HALVING

Giorno: 11 febbraio 2024 | Ora: 19:59 Secondo Grayscale, gli ETF di Bitcoin possono cambiare fondamentalmente il rapporto domanda-offerta della criptovaluta, controbilanciando la pressione delle vendite derivante dall'halving. L'analisi dell'asset manager evidenzia che i nuovi ETF di Bitcoin potrebbero assorbire parte della vendita di Bitcoin da parte dei minatori, creando una nuova fonte di domanda costante e positiva per il prezzo. Inoltre, la riduzione della ricompensa per il mining a seguito dell'halving diminuirà la pressione delle vendite, favorendo il prezzo del Bitcoin. Gli ETF di Bitcoin hanno già registrato una domanda positiva, raggiungendo un valore di asset gestiti di 10 miliardi di dollari in soli 20 giorni di negoziazione.

LA STRUTTURA DI MERCATO DI BITCOIN BENEFICA PER IL PREZZO DOPO L'HALVING - GRAYSCALE

Cambiamenti fondamentali nell'equazione domanda-offerta di Bitcoin avranno probabilmente un impatto maggiore sui prezzi delle criptovalute dopo l'imminente halving, secondo un'analisi del gestore patrimoniale Grayscale.

IMPATTO DEGLI ETF SU BITCOIN DOPO L'HALVING - GRAYSCALE

Grayscale sostiene che il debutto di nove ETF su Bitcoin a Wall Street potrebbe "contrapporsi" alla pressione di vendita dei miner. "Gli ETF su Bitcoin potrebbero assorbire significativamente la pressione di vendita, ridefinendo potenzialmente la struttura di mercato di Bitcoin fornendo una nuova e costante fonte di domanda, il che è positivo per il prezzo", afferma il rapporto.

MINATORI DI BITCOIN E LA PRESSIONE DI VENDITA

La pressione di vendita proviene dai minatori di Bitcoin. Ogni quattro anni, Bitcoin subisce un evento di "halving" che dimezza la ricompensa per l'estrazione di un blocco. Ciò rallenta il ritmo di introduzione di nuove monete nella rete. Per i minatori, il meccanismo deflazionistico comporta una riduzione del 50% dei ricavi di mining. Tuttavia, i costi di mining rimangono gli stessi o possono addirittura aumentare per rimanere redditizi. In risposta alle pressioni dei costi, i minatori di solito vendono una maggiore quantità delle loro riserve di Bitcoin, aumentando così l'offerta e abbassando i prezzi.

GLI ETF SU BITCOIN COME CONTROBILANCIO ALLA PRESSIONE DI VENDITA DEI MINER

Gli ETF su Bitcoin hanno registrato una domanda positiva. I prodotti recentemente lanciati hanno completato le prime 20 sessioni di negoziazione il 9 febbraio raggiungendo il traguardo di 10 miliardi di dollari di attivi in gestione (AUM). L'iShares Bitcoin Trust di BlackRock è in testa con un valore di BTC pari a 4 miliardi di dollari, secondo i dati di BitMEX Research. "Un'analisi di sensibilità degli afflussi netti giornalieri [...] suggerisce che nella parte alta, la riduzione della pressione di vendita potrebbe riflettere gli effetti di un altro halving, trasformando fondamentalmente la struttura di mercato di Bitcoin in modo positivo", afferma Grayscale.

5457db34-4db9-4787-8322-0157b3a8df8a.JPG
0b3c546c-8ba1-44dc-9bf1-656faf4e0089.png

Source: Cointelegraph.com

Read more