🖲️SUPERCHART 👨‍🚀M.S.Z🪐 🔍SUPERSEARCH
Menu Laterale Completo
🇮🇹 ITA 🇬🇧 ENG
×

MERCATO AUSTRALIANO IN CALO, SOTTO I 7.600 PUNTI: DEBOLEZZA DIFFUSA IN TUTTI I SETTORI

MERCATO AUSTRALIANO IN CALO, SOTTO I 7.600 PUNTI: DEBOLEZZA DIFFUSA IN TUTTI I SETTORI

Giorno: 18 | Ora: 02:55 MERCATO AUSTRALIANO IN CALO, SOTTO I 7.600 PUNTI Il mercato australiano è in netto calo giovedì, estendendo le perdite delle quattro sessioni precedenti, a seguito delle indicazioni negative provenienti dai mercati globali nella notte. L'S&P/ASX 200, indice di riferimento, si mantiene al di sotto dei 7.600 punti, con una debolezza diffusa in tutti i settori, guidata dalle azioni energetiche e tecnologiche. L'indice di riferimento S&P/ASX 200 perde 38,20 punti, pari allo 0,52 percento, a 7.354,90, dopo aver toccato un minimo di 7.322,00 in precedenza. L'indice più ampio All Ordinaries è in calo di 38,80 punti, pari allo 0,51 percento, a 7.583,70. Le azioni australiane hanno chiuso leggermente in ribasso mercoledì. Tra i principali produttori di minerale, il BHP Group perde più dell'1 percento e Mineral Resources scende di quasi il 2 percento, mentre Rio Tinto sale dello 0,4 percento e Fortescue Metals guadagna quasi l'1 percento. Le azioni del settore petrolifero sono principalmente in ribasso. Woodside Energy e Beach Energy perdono entrambe quasi l'1 percento, mentre Santos scende di quasi il 2 percento. Origin Energy sale dello 0,4 percento. Nel settore tecnologico, il proprietario di Afterpay Block e Xero sono in calo di oltre l'1 percento ciascuno, mentre Appen scende di quasi il 4 percento e WiseTech Global perde quasi l'1 percento. Zip è invariato. Tra le quattro principali banche, Commonwealth Bank, ANZ Banking e Westpac scendono dello 0,1 al 0,4 percento ciascuna, mentre National Australia Bank guadagna lo 0,5 percento. Tra i produttori di oro, Evolution Mining guadagna lo 0,5 percento, mentre Gold Road Resources, Newmont e Northern Star Resources scendono dello 0,3 al 0,5 percento ciascuna. Resolute Mining è invariata. Nelle notizie economiche, l'economia australiana ha perso 65.100 posti di lavoro a dicembre, secondo l'Ufficio australiano di statistica. Questo risultato è molto al di sotto delle previsioni di un aumento di 17.600 posti di lavoro dopo l'aggiunta di 61.500 posti di lavoro a novembre. In particolare, i posti di lavoro a tempo pieno sono diminuiti di 106.600 dopo aver guadagnato 57.000 nel mese precedente. Il tasso di disoccupazione è riuscito a mantenersi stabile al 3,9 percento, mentre il tasso di partecipazione è sceso al 66,8 percento dal 67,2 percento del mese precedente. Nel mercato valutario, il dollaro australiano è scambiato a $0,656 giovedì. A Wall Street, le azioni sono rimaste principalmente in ribasso durante l'intera giornata di mercoledì dopo essere state sotto pressione all'inizio della sessione. I principali indici hanno ampliato le perdite registrate durante la sessione di martedì, con il Dow che è sceso ai minimi di chiusura più bassi degli ultimi quasi trenta giorni. I principali indici hanno recuperato terreno verso la chiusura delle contrattazioni ma sono rimasti in territorio negativo. Il Dow ha perso 94,45 punti, pari allo 0,3 percento, a 37.266,67, il Nasdaq ha perso 88,73 punti, pari allo 0,6 percento, a 14.855,62 e l'S&P 500 è sceso di 26,77 punti, pari allo 0,6 percento, a 4.739,21. Anche i principali mercati europei sono scesi durante la giornata. Mentre l'indice FTSE 100 del Regno Unito è sceso dell'1,

Read more