🖲️SUPERCHART 👨‍🚀M.S.Z🪐 🔍SUPERSEARCH
Menu Laterale Completo
×

🔵NUOVE REGOLE PER ETICHETTE CIBERSECURITY

🔵NUOVE REGOLE PER ETICHETTE CIBERSECURITY

Giorno: 3 aprile 2024 | Ora : 20:16 Amazon, Google e Microsoft potrebbero trovare più facile partecipare alle gare d'appalto per i contratti di cloud computing dell'UE dopo che le regole preliminari sull'etichettatura della cibersicurezza hanno abolito il requisito che i fornitori dovessero essere indipendenti dalle leggi non-UE. L'Unione Europea ha faticato a concordare uno schema di certificazione della cibersicurezza per garantire la sicurezza dei servizi di cloud e aiutare governi e aziende a scegliere un fornitore affidabile. Alcune proposte precedenti richiedevano ai giganti tecnologici statunitensi di costituire una joint venture con un'azienda con sede nell'UE e di conservare e processare i dati dei clienti nell'UE per ottenere l'etichetta di cibersicurezza dell'UE. Tuttavia, queste richieste sono state criticate da banche europee, società di assicurazione e alcune startup che sostengono che dovrebbero prevalere le disposizioni tecniche piuttosto che gli obblighi politici e di sovranità. L'ultima bozza, datata 22 marzo, ha eliminato tali requisiti, richiedendo solo ai fornitori di cloud di fornire informazioni sulla posizione dello storage e del processo dei dati dei clienti e sulle leggi applicabili.

NUOVE REGOLE PER LE ETICHETTE DI CIBERSECURITY IN EUROPA

  • Amazon, Google e Microsoft potrebbero essere in grado di partecipare più facilmente alle gare d'appalto per i contratti di cloud computing dell'UE, grazie alle nuove regole proposte per le etichette di cibersecurity.
  • Le etichette di cibersecurity dell'UE sono state create per certificare la sicurezza dei servizi di cloud e aiutare i governi e le aziende del blocco europeo a selezionare un fornitore affidabile e sicuro per le loro attività.
  • La proposta iniziale richiedeva che le grandi aziende tecnologiche degli Stati Uniti creassero una joint venture con un'azienda con sede nell'UE e che i dati dei clienti venissero conservati e elaborati all'interno del blocco europeo per ottenere l'etichetta di cibersecurity dell'UE.
  • Tuttavia, questa richiesta ha suscitato critiche da parte di banche europee, società di clearing, gruppi assicurativi e alcune startup, che hanno sostenuto che dovrebbero prevalere le disposizioni tecniche anziché gli obblighi politici e di sovranità.
  • La nuova bozza delle regole, datata 22 marzo, ha eliminato tali requisiti, richiedendo solo ai fornitori di cloud di fornire informazioni sulla posizione di conservazione e elaborazione dei dati dei clienti e sulle leggi applicabili.
  • I paesi dell'UE stanno ora esaminando la bozza modificata, dopodiché la Commissione europea adotterà un regime finale.
LYNXNPEK320SK_L.jpg

Source: Yahoo, Bloomberg , Reuters, Trading Economics,