🖲️SUPERCHART 👨‍🚀M.S.Z🪐 🔍SUPERSEARCH
Menu Laterale Completo
×

⚫️ORO: RECORD A $2,300 OGGI

⚫️ORO: RECORD A $2,300 OGGI

Giorno: 03 aprile 2024 | Ora: 21:13 Il prezzo dell'oro è salito a quasi 2.300 dollari l'oncia, estendendo il suo rally di sei giorni, grazie alle recenti dichiarazioni di Powell della Fed e alle valutazioni sulla forza dell'economia statunitense e le implicazioni per la politica della Fed. Powell ha indicato che un tasso di interesse più basso sarebbe appropriato "a un certo punto di quest'anno", aumentando le aspettative di un taglio dei tassi a giugno. Nel frattempo, l'espansione del settore dei servizi negli Stati Uniti è rallentata più del previsto a marzo, ma il rapporto sull'occupazione ADP ha superato le aspettative. Inoltre, i prezzi dell'oro sono aumentati di oltre il 11% nel 2024, supportati dalla forte domanda di sicurezza in mezzo alle tensioni geopolitiche in Medio Oriente e in Ucraina.

GOLD SUPERA I $2,300 L'ONCIA

  • Il prezzo dell'oro ha raggiunto quota $2,300 l'oncia mercoledì, estendendo il suo rally di sei giorni.

ASPETTATIVE DI UN TAGLIO DEI TASSI FEDERALI

  • Il presidente della Fed, Powell, ha indicato che un taglio dei tassi di interesse potrebbe essere appropriato "in qualche momento di quest'anno" se l'economia si sviluppa come previsto.
  • Ciò ha aumentato le aspettative di un taglio dei tassi a giugno, con i mercati che attribuiscono attualmente una probabilità del 63%.

SETTORE DEI SERVIZI USA IN CALO

  • A marzo, l'espansione del settore dei servizi negli Stati Uniti si è rallentata più del previsto, accompagnata da un calo dei prezzi dei beni di consumo ai minimi degli ultimi quattro anni.

OTTIMISMO PER L'OCCUPAZIONE NEL SETTORE PRIVATO

  • Tuttavia, il rapporto sull'occupazione del settore privato ADP ha superato le aspettative, con l'aggiunta di 184.000 posti di lavoro da parte delle imprese private.

FORTE DOMANDA DI ORO COME VALORE RIFUGIO

  • I prezzi dell'oro sono aumentati di oltre l'11% nel 2024, supportati da una forte domanda come valore rifugio in mezzo alle crescenti tensioni geopolitiche in Medio Oriente e in Ucraina.

Read more