🖲️SUPERCHART 👨‍🚀M.S.Z🪐 🔍SUPERSEARCH
Menu Laterale Completo
×

🔵PANDEMIA DI INFLUENZA AVIARIA: AVVERTIMENTO DELL'EFSA

🔵PANDEMIA DI INFLUENZA AVIARIA: AVVERTIMENTO DELL'EFSA

Giorno: 3 aprile 2024 | Ora: 13:33 L'Agenzia europea per la sicurezza alimentare (EFSA) ha avvertito che potrebbe verificarsi una pandemia su larga scala di influenza aviaria se il virus diventasse trasmissibile tra le persone, poiché gli esseri umani non hanno immunità contro il virus. La diffusione dell'influenza aviaria è una preoccupazione per i governi e l'industria avicola a causa delle devastazioni che può causare e del rischio di trasmissione umana. Fino ad oggi non è stata osservata una trasmissione sostenuta da persona a persona e la trasmissione dell'influenza aviaria dagli animali infetti agli esseri umani è rara. Tuttavia, i virus continuano a evolversi globalmente e nuovi ceppi potenzialmente adattabili ai mammiferi potrebbero essere selezionati. L'EFSA ha chiesto una sorveglianza migliorata per gli esseri umani e gli animali, l'accesso a diagnosi rapide, la promozione della collaborazione tra i settori animale e umano e l'implementazione di misure preventive come la vaccinazione.

AVVERTIMENTO DELL'AGENZIA PER LA SICUREZZA ALIMENTARE DELL'UE SULLA PANDEMIA DI INFLUENZA AVIARIA

  • L'Agenzia per la Sicurezza Alimentare dell'UE (EFSA) ha avvertito che potrebbe verificarsi una pandemia di influenza aviaria su larga scala se il virus diventa trasmissibile tra le persone, poiché gli esseri umani non hanno immunità contro il virus.

DETEZIONE DEL VIRUS DELL'INFLUENZA AVIARIA IN UNA PERSONA IN TEXAS

  • Il Texas ha riportato che il ceppo H5N1 dell'influenza aviaria, comunemente noto come influenza aviaria, è stato rilevato in una persona che ha avuto contatti con mucche da latte presumibilmente infette dal virus.

PREOCCUPAZIONE PER LA DIFFUSIONE DEL VIRUS

  • La diffusione dell'influenza aviaria è una preoccupazione per i governi e l'industria avicola a causa delle devastazioni che può causare alle greggi e al rischio di trasmissione umana.

EVOLUZIONE DEL VIRUS E RISCHIO PER GLI ESSERI UMANI

  • Finora il numero di focolai di influenza aviaria è stato inferiore in questa stagione, ma si è diffuso geograficamente, inclusa l'Antartide, e sempre più mammiferi sono stati colpiti, aumentando il rischio che il virus si evolva in una minaccia più grande per gli esseri umani.
  • Finora non è stata osservata una trasmissione sostenuta da persona a persona e la trasmissione dell'influenza aviaria da animali infetti agli esseri umani è rara.
  • Tuttavia, questi virus continuano ad evolversi globalmente e, con la migrazione degli uccelli selvatici, potrebbero essere selezionati nuovi ceppi che portano potenziali mutazioni per l'adattamento ai mammiferi, ha affermato l'EFSA.

NUMERO DI CASI DI INFEZIONE DA INFLUENZA AVIARIA

  • Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), sono stati segnalati globalmente 887 casi di infezione umana da influenza aviaria H5N1 tra gennaio 2003 e il 26 febbraio di quest'anno. Di questi, 462 sono stati fatali, con un tasso del 52%.
  • La maggior parte dei casi umani è stata rilevata in persone esposte senza protezione a pollame malato o morto, mercati di pollame vivi o ambienti contaminati.

RUOLO DEI MAMMIFERI E DEGLI ANIMALI DOMESTICI

  • L'EFSA ha sottolineato che i mammiferi selvatici potrebbero agire come ospiti intermedi tra uccelli selvatici, animali domestici e esseri umani. Gli animali da compagnia, come i gatti che vivono in case e hanno accesso all'esterno, potrebbero anche essere veicoli potenziali per la trasmissione del virus.

CHIAMATA PER UNA MIGLIORE SORVEGLIANZA E PREVENZIONE

  • L'EFSA ha chiesto una sorveglianza potenziata per esseri umani e animali, garantendo l'accesso a diagnosi rapide, promuovendo la collaborazione tra settori animale e umano e attuando misure preventive come la vaccinazione.
LYNXNPEK320HM_L.jpg

Source: Yahoo, Bloomberg , Reuters, Trading Economics,

Read more