🔥BREAK 🍊BITCOIN ⭕️ALTS 📊MACRO 🧮%MAP
UNISCITI AL GRUPPO TELEGRAM GRATUITO DI TRADING !

🔵PAUSA NELLE RESE TITOLI TESORO USA

🔵PAUSA NELLE RESE TITOLI TESORO USA

Giorno: 12 febbraio 2024 | Ora: 21:52 Secondo un sondaggio di Reuters, il recente calo dei rendimenti dei Treasury americani si fermerà fino a fine anno, a causa della posizione della Federal Reserve sulla possibilità di un taglio dei tassi d'interesse. Nonostante le aspettative di un taglio dei tassi nel marzo, la Fed non ha dato segnali in tal senso, portando i mercati a ridurre le aspettative. I rendimenti dei Treasury a 10 anni dovrebbero rimanere stabili nei prossimi mesi, per poi scendere a fine luglio e a fine anno. Tuttavia, un numero significativo di esperti prevede che i rendimenti potrebbero essere più alti delle previsioni a causa dei dati economici positivi. PAUSA NELLA DIMINUZIONE DELLE RESE DEI TITOLI DEL TESORO USA Gli analisti obbligazionari intervistati da Reuters ritengono che la recente brusca diminuzione delle rese dei titoli del Tesoro USA si bloccherà fino a fine anno, in quanto i mercati si oppongono alle continue resistenze della Federal Reserve su una possibile anticipazione dei tagli ai tassi d'interesse. Dopo aver passato gran parte del 2023 al di sopra del 4,0%, le rese dei titoli decennali sono crollate alla fine dell'anno mentre i mercati hanno prontamente scontato una serie di tagli dei tassi da parte della Federal Reserve a partire da marzo. Attualmente al 4,15%, le rese dei titoli decennali sono crollate prima della riunione della banca centrale americana alla fine dello scorso mese, in attesa di un segnale che indicasse una prossima riduzione dei costi di finanziamento. Tuttavia, la Federal Reserve non ha dato alcun segnale in tal senso, costringendo i mercati a temperare ancora una volta le aspettative. I futures sui tassi d'interesse ora prevedono una probabilità del 55% per un primo taglio dei tassi nella riunione del 30 aprile-1° maggio, rispetto al quasi 90% previsto per una riduzione dei tassi nella riunione di marzo all'inizio dell'anno. I futures sui tassi correnti riflettono una riduzione dei tassi di oltre 110 punti base quest'anno, ancora significativamente superiore alle aspettative della Federal Reserve, che prevede una riduzione dei tassi di 75 punti base, e all'aspettativa mediana di 100 punti base secondo un'altra indagine Reuters condotta tre settimane fa. Tuttavia, secondo le previsioni medie degli analisti obbligazionari intervistati nella survey Reuters dal 7 al 12 febbraio, il rendimento del titolo decennale dovrebbe mantenersi sostanzialmente stabile nei prossimi uno e tre mesi, per poi scendere di 28 punti base al 3,87% entro la fine di luglio e di ulteriori 12 punti base al 3,75% entro un anno. "Gran parte dell'attenzione si è concentrata sulla chiara presa di posizione del presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, che ha respinto esplicitamente le aspettative di un taglio dei tassi a marzo... ma la Fed si è spostata verso una posizione effettivamente neutrale, che è un passo nella direzione accomodante", hanno scritto gli analisti dei titoli di stato di J.P. Morgan in una recente nota di ricerca. Quasi i due terzi dei partecipanti al sondaggio che hanno risposto a una domanda aggiuntiva, 22 su 34, hanno affermato che il maggior rischio per la previsione di rendimento del titolo decennale a sei mesi era che fosse superiore rispetto alle loro previsioni anziché inferiore. "Ora vediamo i rischi per l'intervallo recente delle rese dei titoli decennali spostarsi verso l'alto con i dati macroeconomici positivi. I clienti sembrano disposti a 'comprare il ribasso', ma dati macroeconomici positivi continui potrebbero mettere alla prova la loro convinzione", ha scritto Mark Cabana, responsabile della strategia sui tassi di interesse degli Stati Uniti presso Bank of America. Una minoranza di circa il 40% dei partecipanti al sondaggio, 17 su 45, molti dei quali banche primarie dealer della Federal Reserve, prevedevano che il rendimento del titolo arrivasse al 4,0% o superiore entro la fine di luglio. "I mercati prevedono che il tasso dei fondi federali si attesti intorno al 3% nei prossimi due anni, e questa è la ragione per cui potrebbero esserci delle difficoltà e un calo aggressivo delle rese - il fatto che queste aspettative possano essere eccessivamente ottimistiche", ha dichiarato Robert T

LYNXNPEK1B0KE_L.jpg

Source: Yahoo, Bloomberg , Reuters, Trading Economics,

Read more