🖲️SUPERCHART 👨‍🚀M.S.Z🪐 🔍SUPERSEARCH
Menu Laterale Completo
×

🔵PREZZI PETROLIO SOPRA 85 DOLLARI

🔵PREZZI PETROLIO SOPRA 85 DOLLARI

Giorno: 2024-04-03 | Ora: 18:19 I prezzi del petrolio sono saliti oltre i 85 dollari al barile, il livello più alto da ottobre 2023. Con l'OPEC+ che mantiene i tagli alla produzione e la possibilità di tagli dei tassi da parte della Federal Reserve all'orizzonte, potrebbe esserci ancora margine di crescita. Secondo Claudio Galimberti, SVP di Rystad Energy, i tagli dell'OPEC e le tensioni geopolitiche potrebbero portare i prezzi del petrolio a triplicare, ma la capacità di riserva nel Medio Oriente potrebbe aiutare a evitare un aumento eccessivo.

PREZZI DEL PETROLIO AL DI SOPRA DEI 85 DOLLARI AL BARILE

  • I prezzi del petrolio (BZ=F, CL=F) sono saliti al di sopra di 85 dollari al barile, il livello più alto da ottobre 2023.

PROSPETTIVE DI ULTERIORE AUMENTO DEI PREZZI

  • Con l'OPEC+ che mantiene i tagli alla produzione e la possibilità di tagli dei tassi da parte della Federal Reserve in vista, potrebbe esserci un ulteriore aumento dei prezzi del petrolio.

IL COMMENTO DI CLAUDIO GALIMBERTI DI RYSTAD ENERGY

  • Claudio Galimberti, SVP e responsabile della ricerca sul petrolio globale e direttore della ricerca sulla North America presso Rystad Energy, discute dei prezzi in aumento del petrolio e del funzionamento del settore energetico in futuro.

LA VISIONE DI GALIMBERTI SUI PREZZI DEL PETROLIO

  • Galimberti sostiene che con le tensioni geopolitiche e i tagli da parte dell'OPEC, è facile immaginare prezzi a tre cifre: "I tagli dell'OPEC hanno creato un enorme deficit. La domanda rimane forte... Stiamo vedendo l'Ucraina che, proprio ieri, ha attaccato una grande raffineria in Tatarstan, che si trova a circa mille chilometri dal confine russo, quindi c'è un'escalation nella guerra tra Ucraina e Russia, con l'obiettivo specifico delle infrastrutture petrolifere russe. La Russia è un importante produttore di petrolio. Quindi, nel momento in cui hai potenzialmente 500.000, un milione di barili al giorno temporaneamente colpiti, è in quel momento che potresti vedere i prezzi del petrolio salire di altri 5, 10 dollari, e poi arrivare alle tre cifre". Tuttavia, sottolinea che la capacità di riserva in Medio Oriente potrebbe contribuire a mantenere i prezzi sotto controllo.

PROSPETTIVE DI PREZZI A TRE CIFRE

  • Galimberti afferma che, con la situazione attuale, i prezzi del petrolio a tre cifre non sono così lontani: "Fino a quando i tagli dell'OPEC saranno in atto, siamo su un trend al rialzo. Ovviamente, ci sono alcuni fattori al ribasso da considerare, ma stanno diminuendo. Quindi, direi che i prezzi del petrolio a tre cifre non sono così lontani in questo momento. E potremmo arrivarci nei prossimi mesi, sicuramente".

UN POSSIBILE AUMENTO DEI PREZZI A TRE CIFRE

  • Galimberti spiega che un grosso guasto potrebbe far aumentare i prezzi: "Stiamo vedendo l'Ucraina che, proprio ieri, ha attaccato una grande raffineria in Tatarstan, che si trova a circa mille chilometri dal confine russo. Quindi c'è un'escalation nella guerra tra Ucraina e Russia, con l'obiettivo specifico delle infrastrutture petrolifere russe. La Russia è un importante produttore di petrolio. Quindi, nel momento in cui hai potenzialmente 500.000, un milione di barili al giorno temporaneamente colpiti, è in quel momento che potresti vedere i prezzi del petrolio salire di altri 5, 10 dollari, e poi arrivare alle tre cifre".

L'IMPORTANZA DELLA CAPACITÀ DI RISERVA DEL MEDIO ORIENTE

Galimberti sottolinea che la capacità di riserva nel Medio Oriente potrebbe ai

0719cad0-f1cb-11ee-b1f7-6a4465fb97ae

Source: Yahoo, Bloomberg , Reuters, Trading Economics,

Read more

🟨BTC: Il volume dei futures è diminuito leggermente, ma rimane su livelli elevati. Il sentiment degli investitori è positivo, con una maggioranza di posizioni long aperte. Si prevede un possibile consolidamento dei prezzi nel breve termine.

🟨BTC: Il volume dei futures è diminuito leggermente, ma rimane su livelli elevati. Il sentiment degli investitori è positivo, con una maggioranza di posizioni long aperte. Si prevede un possibile consolidamento dei prezzi nel breve termine.

Giorno: 14 aprile | Ora: 09:32 Il mercato delle criptovalute ha subito un calo questa settimana a causa della riduzione della liquidità e dell'aumento dell'inflazione negli Stati Uniti. Bitcoin ha continuato a oscillare intorno all'area di resistenza prima dell'imminente evento di halving.

By Mindthechart.io