🧮CRYPTOMAP 🧮STOCKMAP 🔍SUPERSEARCH
Menu Laterale Completo
× ðŸ“± DOWNLOAD APP OUR SERVICE

🔵PROSPETTIVE DI TAGLI DEI TASSI

🔵PROSPETTIVE DI TAGLI DEI TASSI

Giorno: 01 marzo 2024 | Ora : 06:50 I mercati azionari sono in un umore positivo dopo i dati sull'inflazione negli Stati Uniti che hanno alimentato le aspettative di tagli dei tassi d'interesse della Fed. Il Nikkei giapponese ha raggiunto un nuovo massimo, mentre il DAX tedesco ha raggiunto un nuovo massimo storico. I dati sulla PMI dell'eurozona sono attesi per oggi, mentre la BCE si riunirà il 7 marzo e potrebbe aprire la porta a tagli dei tassi nel corso dell'anno. Altri eventi importanti di oggi includono dati sull'inflazione dell'eurozona, l'indice ISM sulla produzione degli Stati Uniti e le aste di debito governativo nel Regno Unito e in Germania. NUOVO MESE, NUOVI RECORD PER I MERCATI AZIONARI Il mese di marzo si apre con il Nikkei Average NI225 del Giappone che raggiunge un nuovo massimo, seguendo le chiusure record di giovedì del S&P 500 SPX e del Nasdaq IXIC, sostenute dalle azioni tecnologiche legate all'IA. Il peso massimo del settore dei chip, Nvidia NVDA, è stato uno dei principali contributi agli indici di riferimento, mentre il suo rivale più piccolo, Advanced Micro Devices AMD, ha registrato anche un forte aumento. OTTIMISMO SUI MERCATI AZIONARI EUROPEI I mercati azionari sono in un umore abbastanza ottimista dopo i dati sull'inflazione degli Stati Uniti in linea con le aspettative di giovedì, che hanno aiutato a plasmare le aspettative per il momento dei tagli dei tassi di interesse della Fed, estendendo così il rally azionario globale e spingendo anche i rendimenti dei titoli del Tesoro degli Stati Uniti al ribasso. Il DAX tedesco DAX ha raggiunto un nuovo massimo storico giovedì, e l'Europa si apre oggi in attesa dei dati preliminari di febbraio PMI della zona euro, che dovrebbero mostrare che l'inflazione dell'area euro, che è salita al doppio cifre nel 2022, si sta riavvicinando al suo obiettivo del 2%. PROSPETTIVE DI TAGLI DEI TASSI DI INTERESSE NELLA ZONA EURO Ciò sta diventando sempre più certo dopo che i dati di questa settimana hanno mostrato che l'inflazione è scesa al 2,7% dal 3,1% in Germania, al 3,1% dal 3,4% in Francia e al 2,9% dal 3,5% in Spagna, con cali determinati principalmente dai prezzi dell'energia e del cibo. La Banca Centrale Europea ha mantenuto i tassi di interesse ai massimi storici da settembre. Si riunirà il 7 marzo e, sebbene non si prevedano cambiamenti nella politica monetaria, la banca probabilmente riconoscerà le migliorate prospettive sull'inflazione, aprendo così la porta ai tagli dei tassi. Un sondaggio Reuters mostra che la BCE taglierà i tassi di interesse per la prima volta a giugno. ASPETTATIVE PER UN TAGLIO DEI TASSI NEL MESE DI GIUGNO La maggior parte dei membri del Consiglio Direttivo della BCE, compresa la Presidente Christine Lagarde, condivide l'opinione che saranno necessari ulteriori dati, in particolare sul mercato del lavoro, prima di tagliare il tasso di deposito da un massimo storico del 4,00%. La scorsa settimana, Lagarde ha dichiarato che i dati negoziati sui salari del primo trimestre, previsti per maggio, saranno particolarmente importanti per la BCE. Ciò rende giugno il mese più probabile per considerare un primo taglio dei tassi, una previsione condivisa dai mercati e dagli economisti.

Nikkei-225
S-and-P-500
Nasdaq-Composite
Nvidia
Advanced-Micro-Devices
Dax
Thomson ReutersEurozone inflation is moving back towards 2%
Daimler-Truck-Hldg-Jge-Na
Pearson
Aegon
Rightmove-Plc-Ord-0-1p
Vallourec
Virgin-Money-Uk-Plc-Ord-Gbp0-10

Source: Yahoo, Bloomberg , Reuters, Trading Economics,

Read more