🧮CRYPTOMAP 🧮STOCKMAP 🔍SUPERSEARCH
Menu Laterale Completo
× 📱 DOWNLOAD APP OUR SERVICE

⚫️RAFFORZAMENTO FUTURES PETROLIO SOPRA 78 DOLLARI

⚫️RAFFORZAMENTO FUTURES PETROLIO SOPRA 78 DOLLARI

Giorno: 01 | Ora: 03:43 Il prezzo del petrolio WTI è salito sopra i 78 dollari al barile, in aumento del 3% questa settimana grazie alla speculazione che l'OPEC+ estenderà i tagli alla produzione e alle tensioni in Medio Oriente. L'attenzione è ora rivolta alla prossima riunione dell'OPEC+ a marzo, dove i produttori manterranno probabilmente i limiti volontari di produzione almeno fino a giugno per stabilizzare il mercato. Nel frattempo, le incertezze sui colloqui di cessate il fuoco tra Israele e Hamas, così come gli attacchi degli Houthi alle spedizioni nel Mar Rosso, hanno aumentato il rischio sul prezzo del petrolio. Nel frattempo, l'ultimo rapporto dell'EIA ha mostrato un aumento delle scorte di petrolio negli Stati Uniti superiore alle aspettative, a causa di una riduzione della raffinazione.

I FUTURES DEL GREGGIO WTI SI RINFORZANO SOPRA I 78 DOLLARI AL BARILE

I futures del greggio WTI si sono rafforzati sopra i 78 dollari al barile venerdì e sono pronti ad avanzare quasi del 3% questa settimana a seguito delle speculazioni che l'OPEC+ estenderà i tagli alla produzione, oltre alle tensioni continue in Medio Oriente. Tutti gli occhi sono puntati sulla prossima riunione dell'OPEC+ a marzo, dove i produttori probabilmente manterranno i limiti volontari di produzione almeno fino alla riunione ministeriale di giugno per aiutare a stabilizzare il mercato.

INCERTEZZA SUI NEGOTIATI DI CEASEFIRE TRA ISRAELE E HAMAS

L'incertezza che circonda i negoziati di cessate il fuoco tra Israele e Hamas, così come gli attacchi in corso degli Houthi al traffico marittimo nel Mar Rosso, hanno aggiunto un premio di rischio ai prezzi del petrolio.

AUMENTO MAGGIORE DELLE SCORTE DI CRUDO NEGLI USA

Nel frattempo, l'ultimo rapporto dell'EIA ha mostrato un aumento maggiore del previsto delle scorte di petrolio greggio negli Stati Uniti, che sono salite di 4,199 milioni di barili la scorsa settimana a causa di una riduzione della raffinazione.