🖲️SUPERCHART 👨‍🚀M.S.Z🪐 🔍SUPERSEARCH
Menu Laterale Completo
×

⚫️RIAFFERMAZAZIONE BORSE, FORZA NEL TRADING

⚫️RIAFFERMAZAZIONE BORSE, FORZA NEL TRADING

Giorno: 3 aprile 2024 | Ora : 19:00 Dopo una debolezza iniziale e un rialzo nella mattinata, le azioni continuano a salire nel pomeriggio, in parte compensando le forti perdite della sessione precedente. Il Nasdaq è in rialzo dello 0,5%, mentre l'S&P 500 è in rialzo dello 0,4% e il Dow Jones è in rialzo dello 0,1%. La forza del mercato azionario è stata determinata da un rapporto dell'Istituto per la Gestione degli Approvvigionamenti che ha mostrato un rallentamento inaspettato della crescita del settore dei servizi negli Stati Uniti. Il rapporto ha anche evidenziato un rallentamento significativo della crescita dei prezzi nel settore. Le preoccupazioni per il futuro dei tassi di interesse hanno contribuito alla caduta delle azioni martedì, ma i dati recenti sembrano attenuare queste preoccupazioni. Nel frattempo, le azioni di Intel continuano a subire una forte debolezza dopo la divulgazione di una perdita operativa di 7 miliardi di dollari nel 2023, superiore a quella dell'anno precedente. I settori delle tecnologie informatiche, dell'oro, dell'energia e delle reti sono in rialzo, mentre i mercati azionari in Asia-Pacifico sono in calo, mentre quelli europei sono in rialzo.

RIAFFERMAZIONE DELLE BORSE DOPO LE PERDITE DELLA GIORNATA PRECEDENTE

  • Dopo aver recuperato dalla debolezza iniziale e aver registrato un movimento principalmente al rialzo durante la mattinata, le azioni continuano a mostrare forza nel trading pomeridiano di mercoledì.
  • Le principali medie sono in parte in controtendenza rispetto alle forti perdite registrate nella sessione precedente.

INDICI PRINCIPALI STABILI

  • Gli indici principali si sono mossi lateralmente negli scambi recenti, mantenendosi in territorio positivo.
  • Il Nasdaq è in rialzo dello 0,5% a 16.321,12 punti, l'S&P 500 è in rialzo dello 0,4% a 5.224,09 punti e il Dow Jones è in rialzo dello 0,1% a 39.222,30 punti.

DECELERAZIONE DEL SETTORE DEI SERVIZI NEGLI STATI UNITI

  • La forza che è emersa a Wall Street è stata determinata dalla pubblicazione di un rapporto dell'Istituto per la Gestione degli Approvvigionamenti che mostra una decelerazione inaspettata del tasso di crescita del settore dei servizi negli Stati Uniti nel mese di marzo.
  • L'indice PMI dei servizi dell'ISM è sceso a 51,4 a marzo rispetto a 52,6 a febbraio. Sebbene una lettura superiore a 50 indichi ancora una crescita nel settore, gli economisti si aspettavano un incremento a 52,7.
  • Il rapporto ha anche mostrato una notevole decelerazione del tasso di crescita dei prezzi nel settore, con l'indice dei prezzi che è sceso a 53,4 a marzo rispetto a 58,6 a febbraio. L'indice è sceso ai livelli più bassi dal marzo 2020.

PREOCCUPAZIONI SULLE TASSI DI INTERESSE

  • Le preoccupazioni sulla possibilità che la Federal Reserve possa ritardare il calo dei tassi di interesse hanno contribuito alla debolezza iniziale a Wall Street dopo che il processore di stipendi ADP ha pubblicato un rapporto questa mattina che mostra una crescita più forte del previsto dell'occupazione nel settore privato negli Stati Uniti nel mese di marzo.
  • ADP ha dichiarato che l'occupazione nel settore privato è aumentata di 184.000 posti di lavoro a marzo, dopo essere salita di 155.000 posti di lavoro a febbraio.
  • Gli economisti si aspettavano un aumento dell'occupazione nel settore privato di 148.000 posti di lavoro rispetto all'aggiunta di 140.000 posti di lavoro inizialmente riportata per il mese precedente.

POWELL DELLA FED SOTTOLINEA L'ATTESA PRIMA DI ABBASSARE I TASSI DI INTERESSE

  • Il presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, ha ribadito durante un discorso all'Università di Stanford che la banca centrale non ha fretta di iniziare a ridurre i tassi di interesse.
  • Powell ha indicato i dati sull'inflazione più alta nei mesi di gennaio e febbraio come motivo per la cautela della Fed, ma ha ammesso che è "troppo presto per dire se le letture recenti rappresentino più di un semplice aumento temporaneo".
  • "Non ci aspettiamo che sarà appropriato abbassare il nostro tasso di politica fino a quando non avremo maggiore fiducia che l'inflazione si stia muovendo in modo sosten