🖲️SUPERCHART 👨‍🚀M.S.Z🪐 🔍SUPERSEARCH
Menu Laterale Completo
🇮🇹 ITA 🇬🇧 ENG
×

RISCHIO DI INFLAZIONE E COMMENTI HAWKISH DALLA BCE PREOCCUPANO I MERCATI EUROPEI

RISCHIO DI INFLAZIONE E COMMENTI HAWKISH DALLA BCE PREOCCUPANO I MERCATI EUROPEI

Giorno: 17 gennaio 2024 | Ora: 19:10 RISCHIO DI INFLAZIONE E COMMENTI HAWKISH DALLA BCE PREOCCUPANO I MERCATI EUROPEI I mercati azionari europei hanno chiuso in netto calo mercoledì a causa delle preoccupazioni riguardanti l'aumento dell'inflazione in diversi paesi europei e dei commenti hawkish da parte dei membri della BCE, nonché dei dubbi sulla possibilità che la Federal Reserve riduca i tassi di interesse a breve termine. Alcuni membri della BCE hanno avvertito che i mercati si stanno facendo avanti rispetto alle aspettative di taglio dei tassi. Anche i deludenti dati del PIL del quarto trimestre provenienti dalla Cina hanno contribuito al calo. AUMENTO DELL'INFLAZIONE NEL REGNO UNITO E NELLA ZONA EURO I dati dell'Ufficio delle Statistiche Nazionali hanno mostrato che l'inflazione dei prezzi al consumo nel Regno Unito è aumentata inaspettatamente a dicembre. L'indice dei prezzi al consumo è aumentato del 4% su base annua, leggermente più velocemente dell'aumento del 3,9% di novembre. Si prevedeva che il tasso si riducesse al 3,8%. Su base mensile, l'IPC è aumentato dello 0,4%, compensando la diminuzione dello 0,2% del mese precedente. Si prevedeva un aumento dello 0,2%. I dati di Eurostat hanno mostrato che i prezzi al consumo nella zona euro sono aumentati del 2,9% su base annua a dicembre, dopo un aumento del 2,4% a novembre. Il tasso si è accelerato per la prima volta da maggio. Al contrario, l'inflazione di base si è ridotta al 3,4% dal 3,6%. Rispetto al mese precedente, i prezzi al consumo sono aumentati dello 0,2% a dicembre, come inizialmente previsto. CALO DEI MERCATI EUROPEI Lo Stoxx 600 europeo ha registrato un calo del 1,13%. L'FTSE 100 del Regno Unito è sceso del 1,48%, il DAX tedesco è sceso dello 0,84% e il CAC 40 francese è sceso dell'1,07%, mentre il SMI svizzero è sceso dello 0,72%. Tra gli altri mercati europei, Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Islanda, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia, Portogallo, Spagna e Svezia hanno chiuso con guadagni moderati o significativi. La Russia ha chiuso in rialzo, mentre Grecia e Turchia hanno chiuso invariati. AZIONI EUROPEE IN CALO Nel mercato del Regno Unito, Ocado Group ha chiuso in ribasso di quasi il 6%. Glencore, Entain, Land Securities, Endeavour Mining, Barratt Developments, Prudential, Unite Group, Segro, Frasers Group, Fresnillo, National Grid e Anglo American sono scesi del 3 al 5%. Royal Dutch Shell, Marks & Spencer, Schrodders, B&M European Value Retail, Standard Chartered, Airtel Africa, Pearson, Lloyds Banking, AstraZeneca, RightMove e Antofagasta hanno perso dal 2 al 2,8%. IMI è salito di oltre il 3%. Smith & Nephew e Convatec Group hanno entrambi guadagnato circa l'1,5%. Nel mercato tedesco, Zalando ha chiuso in ribasso del 5%. Adidas ha chiuso in ribasso di circa il 4,4%. RWE, Sartorius, Puma, Infineon, Vonovia, Mercedes-Benz, BMW, Volkswagen, Siemens Energy, BASF, Henkel e Fresenius Medical Care hanno perso dal 2 al 4%. Munich RE è salito del 2,7% e Porsche ha guadagnato quasi l'1,5%. Commerzbank, Allianz e Hannover Rueck hanno chiuso anche in rialzo. A Parigi, Kering, Eurofins Scientific, Teleperformance, LVMH, STMicroElect

Read more