🧮CRYPTOMAP 🧮STOCKMAP 🔍SUPERSEARCH
Menu Laterale Completo
× 📱 DOWNLOAD APP OUR SERVICE

⭕️TRAGUARDI STORICI VET: DUBBI ESPRESSI

⭕️TRAGUARDI STORICI VET: DUBBI ESPRESSI

Giorno: 01 | Ora: 14:39 Un investitore di lungo termine di VeChain esprime preoccupazioni sul raggiungimento dei traguardi del progetto e sulla mancanza di adozione da parte delle aziende. Critica anche la mancanza di volume delle transazioni sulla blockchain di VeChain e l'evoluzione della missione del progetto. Questi dubbi richiedono una maggiore trasparenza da parte del CEO di VeChain, Sunny Lu.

DUBBI SORGONO SUL REALE IMPATTO DEI TRAGUARDI STORICI DI VET

In un recente post, un detentore esperto di VET ha espresso preoccupazioni riguardo ai traguardi di sviluppo di VeChain. Ciò ha suscitato riflessioni sul percorso e sul futuro della blockchain. Nel dettaglio, l'autore delle preoccupazioni analizza in modo approfondito i suoi dubbi in un lungo thread su Twitter.

STRUMENTI SVILUPPATI, MA L'ADOZIONE DA PARTE DELLE AZIENDE RAPPRESENTA ANCORA UNA SFIDA

Egli inizia con un'analisi più approfondita della timeline della blockchain. In particolare, solleva dubbi sull'effettivo impatto dei traguardi storici, evidenziando partnership e lanci che sembrano non aver prodotto risultati tangibili. Poi pone l'accento sulle aspettative non soddisfatte della campagna X-Node e sugli esiti poco chiari delle collaborazioni con Draper Dragon e DNV GL.

IL VE-FAM PORTA LE PROPRIE PREOCCUPAZIONI A SUNNY LU SPERANDO IN TRASPARENZA

Le sue osservazioni successive esplorano come lo sviluppo di strumenti richieda l'adozione di massa. Egli afferma che nonostante strumenti innovativi, mancano aziende clienti e governi che adottino le soluzioni di VeChain. Solleva quindi delle domande sullo sviluppo di rivoluzionari strumenti nel corso di sei anni senza una trazione sostanziale.

Inoltre, egli evidenzia l'assenza di volume on-chain. Afferma di osservare una notevole mancanza di volume di transazioni sulla blockchain di VeChain rispetto ad altre piattaforme come ETH, ADA e SOL. A tal proposito, cita il mercato degli NFT come esempio, in cui VeChain fatica a competere in termini di volume di transazioni.

Inoltre, fa luce sulla mancanza di stablecoin e critica la missione di VeChain. Riflette sull'evoluzione della missione di VeChain, passando dalle soluzioni aziendali a un'iniziativa di sostenibilità. Esprime quindi delusione poiché sembra che VeChain si stia allontanando dall'obiettivo iniziale di essere la spina dorsale dell'infrastruttura logistica.

Successivamente, solleva preoccupazioni riguardo alla complessità dell'ecosistema in evoluzione di VeChain con multipli token e meccanismi di governance. Ciò porta a interrogarsi sul potenziale ostacolo per i nuovi utenti nella comprensione e nell'adozione di questo modello intricato.

Inoltre, solleva preoccupazioni riguardo a una possibile sfruttamento di dApp che incentivano le ricompense, portando a iperinflazione, e si chiede come l'ecosistema intenda prevenire un uso improprio senza creare barriere d'ingresso elevate.

Come detentore a lungo termine, i dubbi del critico riflettono preoccupazioni più ampie all'interno della comunità, spingendo a un'analisi più approfondita della traiettoria di sviluppo di VeChain. La VeFam sembra quindi incoraggiare il CEO di VeChain, Sunny Lu, a essere trasparente e ad affrontare le preoccupazioni della comunità.

141fa907639d0149b852dcc847c0eb8505903ca0.jpg
Descrizione dell'immagine
  • Doubts arise over VeChain’s historical milestones’ actual impact.
  • Tools developed, but enterprise adoption remains a challenge.
  • The VeFam bring their concerns to Sunny Lu hoping for transparency.

In a recent post, a seasoned VET holder voiced concerns over VeChain’s developmental milestones. This prompted reflections on the blockchain’s journey and future. In detail, the holder breaks down his concerns in a long TwitterX thread.

My Concerns with VeChain as an OG VEN Holder +
X-Node:

[ Thread 🧵]— Binks (@_CryptoBinks_) February 29, 2024

He starts off with a closer look at the blockchain’s timeline. Specifically, the holder questions the impact of historical milestones, pointing out partnerships and launches that seemingly lacked tangible results. Then he highlights the X-Node campaign’s unmet expectations and the unclear outcomes of collaborations like Draper Dragon and DNV GL.

His next remarks explore how developing tools require mass adoption. He says despite innovative tools, there is a lack of enterprise clients and governments adopting VeChain’s solutions. Thus, he raises questions about the six-year development of revolutionary tools without substantial traction.

Next he says there is no on-chain volume. He claims to bserve a notable absence of transaction volume on the VeChain blockchain compared to other platforms like ETH, ADA, and SOL. To which, he cites the NFT market as an example, where VeChain struggles to compete in transaction volume.

Additionally he throws light on the lack on stablecoins and criticises VeChain’s mission. He reflects on the evolution of VeChain’s mission from enterprise solutions to a sustainability initiative. The, expresses disheartenment as VeChain appears to divert from its initial goal of being the backbone for logistics infrastructure.

Next, he raises concerns about the complexity of VeChain’s evolving ecosystem with multiple tokens and governance mechanisms. Leading to questioning the potential barrier for new users in understanding and adopting the intricate model.

Adding on he raises concerns about potential exploitation of dApps incentivizing rewards, leading to hyperinflation and questions how the ecosystem plans to prevent misuse without creating high entry barriers.

As a long-term holder, the critic’s doubts reflect broader concerns within the community, prompting a closer examination of VeChain’s development trajectory. The VeFam seem to go on to encourage VeChain CEO, Sunny Lu, to be transparent and meet the community’s concerns.

Source : https://cryptonews.net/news/altcoins/28641787/