🖲️SUPERCHART 🧮CRYPTOMAP 🔍SUPERSEARCH
Menu Laterale Completo
🇮🇹 ITA 🇬🇧 ENG
× 📱 DOWNLOAD APP OUR SERVICE UPGRADE REPORTS

🟨TRUFFA CRIPTO: STUDENTE SOTTO ESAME

🟨TRUFFA CRIPTO: STUDENTE SOTTO ESAME

Giorno: 06 giugno 2024 | Ora: 09:46 Il caso di truffa coinvolgente una criptovaluta, che ha suscitato un ampio dibattito in Cina, riguarda un giovane studente universitario che ha emesso una criptovaluta chiamata BFF e successivamente ha ritirato la liquidità, causando una perdita di 50.000 USDT a un investitore. Nel primo processo, è stato condannato per frode, ma nel secondo processo la sua difesa ha sostenuto l'innocenza, affermando che il suo comportamento era conforme alle regole della piattaforma e che l'investitore era pienamente consapevole dei rischi dell'investimento in criptovalute. Il caso solleva questioni sulle regole e la responsabilità nell'ambito delle criptovalute, nonché sulla protezione degli investitori.

The case of a cryptocurrency fraud that sparked widespread debate in China involves a young university student who issued a cryptocurrency called BFF and subsequently withdrew the funds, causing a loss of 50,000 USDT to an investor. In the first trial, he was convicted of fraud, but in the second trial, his defense argued for innocence, stating that his actions were in accordance with the platform's rules and that the investor was fully aware of the risks of cryptocurrency investment. The case raises questions about the rules and responsibility within the cryptocurrency realm, as well as investor protection.

Source