🧮CRYPTOMAP 🧮STOCKMAP 🔍SUPERSEARCH
Menu Laterale Completo
× 📱 DOWNLOAD APP OUR SERVICE

🟠USCITE RECORD PER GRAYSCALE GBTC

🟠USCITE RECORD PER GRAYSCALE GBTC

Giorno: 01 | Ora: 14:21 Grayscale Investments ha perso 8,4 miliardi di dollari dal Grayscale Bitcoin Trust (GBTC) da quando lo ha convertito in un fondo negoziato in borsa (ETF) il 11 gennaio 2024. Gli outflow si verificano mentre gli investitori guardano ai nuovi prodotti offerti dalle banche e altre istituzioni finanziarie. La concorrenza si fa sempre più intensa, con altre società che offrono prodotti legati alle criptovalute. La maggior parte degli outflow da Grayscale coincide con gli inflow in altri ETF di Bitcoin negli Stati Uniti. Inoltre, ci sono segnalazioni che banche come Wells Fargo, Bank of America e Morgan Stanley stiano esplorando la possibilità di lanciare ETF di Bitcoin. Altre società come Coinbase e Ark Invest potrebbero presto lanciare ETF per altre criptovalute come Ripple, Ethereum e Chainlink.

GRAYSCALE INVESTMENTS PERDE 8,4 MILIARDI DI DOLLARI DALLA GRAYSCALE BITCOIN TRUST (GBTC) DA QUANDO È STATO CONVERTITO IN UN FONDO TRATTATO IN BORSA (ETF) IL 11 GENNAIO 2024

Le uscite di ieri dal fondo GBTC ammontavano a quasi 600 milioni di dollari, rendendo il 29 febbraio il secondo giorno con le maggiori uscite dal momento in cui la Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti ha approvato l'ETF. Le uscite nette dal fondo Grayscale ammontano ora a circa 8,4 miliardi di dollari.

GRAYSCALE GBTC REGISTRA USCITE MENTRE LA CONCORRENZA SI INTENSIFICA

Le uscite da Grayscale coincidono con un aumento della domanda di prodotti trattati in borsa da altri fornitori. Mentre gli investitori hanno ritirato 610 milioni di dollari solo dalla Grayscale la scorsa settimana, ciò è stato accompagnato da ingressi di 436 milioni di dollari in altri ETF Bitcoin statunitensi. Inoltre, sempre più istituzioni offrono fondi legati alle criptovalute.

POSSIBILI NUOVI ETF PER ALTRE CRIPTOVALUTE

Altre società focalizzate sulle criptovalute come Coinbase e Ark Invest potrebbero presto lanciare ETF per altre criptovalute come Ripple (XRP), Ethereum (ETH) e Chainlink (LINK). Il CEO di Ripple, Brad Garlinghouse, ha dichiarato di attendersi che seguano il lancio degli ETF per il Bitcoin.

SOSPETTO LEGATO ALLE COMMISSIONI DI GESTIONE

Gli investitori avevano precedentemente suggerito che la commissione di gestione del 1,5% che Grayscale addebita per la gestione del suo fondo Bitcoin fosse responsabile delle prime uscite.

COME GLI ETF INFLUENZANO DOMANDA E OFFERTA

Un effetto collaterale della domanda di ETF che seguono il prezzo del Bitcoin è la domanda di ulteriori BTC. I miner producono circa 900 BTC risolvendo correttamente gli hash dei blocchi di transazioni. Quando la domanda degli ETF è alta, i partecipanti autorizzati informano l'emittente che creerà quindi nuove azioni ETF e acquisterà Bitcoin per garantire le proprie azioni. Invece, riscatteranno azioni e venderanno Bitcoin quando la domanda è minore.

LA RIDUZIONE DELLE NUOVE FORNITURE DI BTC

Le acquisti di BTC degli emittenti possono utilizzare monete che vengono liberamente scambiate sul mercato aperto. Ma fino a quando i miner non aggiungeranno all'offerta circolante vendendo le monete che minano, gli unici asset disponibili sul mercato aperto saranno quelli che altri fondi o trader sono disposti a vendere. Di conseguenza, gli emittenti di ETF potrebbero affrontare una temporanea carenza se nessuno è disposto a vendere la quantità di BTC necessaria per soddisfare la domanda.

241d21a6c88f82ad764e5a9bff20ea86e4343cf1.png
fdf17d1f828673a130b3b0fe6d5e0ad19eb8e8dc.png

Source: https://cryptonews.net/news/bitcoin/28642467/