🖲️SUPERCHART 👨‍🚀M.S.Z🪐 🔍SUPERSEARCH
Menu Laterale Completo
🇮🇹 ITA 🇬🇧 ENG
×

VANGUARD SCATENA REAZIONE NEGATIVA

VANGUARD SCATENA REAZIONE NEGATIVA

Giorno: 12 gennaio 2024 | Ora: 01:58 La decisione di Vanguard di non offrire ai propri utenti accesso agli ETF di bitcoin ha scatenato una reazione negativa tra alcuni clienti, che hanno deciso di chiudere i loro conti di intermediazione e spostare i loro soldi su altre piattaforme. Gli utenti di Vanguard si sono trovati impossibilitati ad acquistare azioni negli ETF di bitcoin, che hanno iniziato a essere scambiati giovedì dopo che la Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti ha dato il via libera a quasi una dozzina di ETF di bitcoin per la prima volta mercoledì. La posizione del gestore degli investimenti sulle criptovalute ha frustrato alcuni sostenitori delle criptovalute con account Vanguard, portandoli a rivolgere il loro business invece verso concorrenti più amichevoli nei confronti delle criptovalute. Julian Fahrer, co-fondatore e amministratore delegato di Apollo, una piattaforma di recensioni per prodotti correlati al bitcoin, ha affermato su X (precedentemente Twitter) che ha richiesto il trasferimento del suo conto 401(k) da Vanguard a Fidelity. "Ci sono voluti circa 15 minuti", ha twittato Fahrer. In un'intervista a MarketWatch, Fahrer ha detto che Vanguard gli ha inviato una e-mail in risposta, notando che la sua richiesta era ancora in fase di elaborazione e potrebbe richiedere uno o due giorni lavorativi per essere completata. MarketWatch ha esaminato gli screenshot dello scambio condivisi da Fahrer, che ha rifiutato di divulgare l'importo dei soldi nel suo conto Vanguard. Fahrer ha detto di aver scelto di ritirare i suoi fondi da Vanguard non perché ha avuto problemi nell'utilizzare la piattaforma, ma piuttosto a causa della sua frustrazione per la decisione di non consentire la negoziazione di ETF di bitcoin. Ha detto a MarketWatch che ha trasferito il suo conto a Fidelity, in sostegno dell'adesione dell'azienda alle criptovalute. Fidelity è tra le società di gestione degli investimenti che hanno lanciato un ETF di bitcoin spot questa settimana: il Fidelity Wise Origin Bitcoin Fund FBTC, e permette anche la negoziazione di tali prodotti tramite la sua divisione di intermediazione. Fahrer ha detto di aver pubblicato il suo post su X principalmente "per inviare un messaggio, una chiamata alle armi per altre persone che la pensano allo stesso modo e comunicare davvero che è molto facile farlo". "Se anche tu pensi che una gestione responsabile degli asset sia effettuata da istituzioni che riconoscono il valore del bitcoin e il ruolo che avrà in futuro, allora ha senso dare loro il tuo business", ha detto Fahrer. Altri appassionati di criptovalute hanno espresso sentimenti simili su X. In una e-mail a MarketWatch giovedì, un portavoce di Vanguard ha ribadito la decisione della società di non consentire la negoziazione di ETF di bitcoin spot sulla sua piattaforma. "Mentre valutiamo continuamente la nostra offerta di intermediazione e valutiamo nuove voci di prodotto sul mercato, gli ETF di bitcoin spot non saranno disponibili per l'acquisto sulla piattaforma Vanguard", hanno scritto. "La nostra prospettiva è che questi prodotti non siano in linea con la nostra offerta incentrata su asset class come azioni, obbligazioni e denaro liquido, che Vanguard considera i mattoni di base di un portafoglio di investimento a lungo termine ben equilibrato", ha aggiunto il portavoce, sottolineando che Vanguard non ha piani per sponsorizzare eventuali ETF di bitcoin o altri prodotti correlati alle criptovalute in futuro. Poiché l'interesse degli investitori per gli ETF di bitcoin sembra essere elevato, le istituzioni finanziarie che non offrono accesso alla negoziazione di tali prodotti potrebbero subire deflussi di clienti, ha affermato Frank Corva, analista senior per gli asset digitali sul sito web di confronto Finder.com. "Le istituzioni finanziarie che ignorano il bitcoin e

social

Read more